Twitch passa sotto l'ala di Bezos per 970 milioni

GiovannaLabati - 26 agosto 2014 - 12:38

Twitch passa sotto l'ala di Bezos per 970 milioni

Contesa fra due dei più grandi colossi del settore hi-tech e telecomunicazioni, la giovane Twitch ha fatto la sua scelta e si è venduta ad Amazon.

L'operazione è costata 970 milioni di dollari, una cifra da capogiro che Jeff Bezos, l'uomo che a poco a poco si sta comprando il mondo delle telecomunicazioni, ha accettato senza battere ciglio pur di mettere le mani sulla piattaforma che da mesi era nel mirino di Google. I motivi per cui Twitch ha deciso di accettare la proposta di Amazon sono più di uno, primo fra tutti la maggiore libertà che la potente infrastruttura di Bezos consente. Uno dei problemi che avrebbe avuto legandosi a Google e a YouTube, pur traendone parecchi vantaggi, sarebbe stata la gestione dei copyright in base alle politiche restrittive attuate da Mountain View che non avrebbero permesso ai giocatori di condividere le proprie partite su YouTube.

Inoltre, come ha commentato Jeff bezos, CEO di Amazon, "entrambe le aziende sono ossessionate dalla soddisfazione dei clienti e capaci di pensare in maniera diversa. Non vediamo l'ora di imparare da loro e aiutarli a crescere rapidamente per dare nuovi servizi alla comunità mondiale dei gamers". Per il momento Twitch manterrà la propria indipendenza, ma in breve le due realtà potrebbero iniziare a dialogare offrendo agli utenti servizi unici: per esempio, grazie all'app dedicata su Fire Tv, la tv di Amazon, Twitch potrebbe raggiungere tantissimi nuovi utenti che assistendo alle partite di altri potranno acquistare il gioco di cui sono spettatori con un solo click.

Per chi non la conoscesse, Twitch è una piattaforma streaming sulla quale chiunque può trasmettere la partita nella quale è impegnato. Twitch è una realtà giovane che in soli tre anni è arrivata ad attirare l'attenzione del pubblico e degli addetti del settore: in una recente classifica del Wall Street Journal si è piazzata per volume di traffico al quarto posto dopo colossi come Apple, Google e Netflix. "Abbiamo scelto Amazon perché crede nella nostra comunità, condivide i nostri valori e la visione a lungo termine - ha commentato Emet Shemar, CEO di Twitch - e ci aiuterà ad arrivare più rapidamente ai nostri obiettivi. Grazie ad Amazon saremo in grado di darvi il miglior Twitch di sempre".

Immagine © Creative Commons - Flickr: Neerav Bhatt

Ultimo aggiornamento 26 agosto 2014 alle 12:38 da GiovannaLabati.