USA, non si sale a bordo se il cellulare è scarico

GiovannaLabati - 8 luglio 2014 - 14:21

USA, non si sale a bordo se il cellulare è scarico

Nuove norme di sicurezza per i voli aerei USA: se i terminali in nostro possesso non avranno la batteria carica, non avremo il permesso di salire a bordo oppure ci saranno requisiti.

La notizia è di ieri e ha fatto in un attimo il giro del mondo, non tanto per la sua importanza, quanto per la sua stranezza. Così strana da aver fatto inizialmente pensare ad una delle tante bufale che girano sul web. Invece è tutto vero: il segretario del DHS (Department of Homeland Security), Jeh Johnson, ha introdotto questa nuova norma spiegando che nasce dalle sempre nuove minacce terroristiche che interessano i voli passeggeri. Secondo quanto emerso da fonti non confermate, alcuni gruppi terroristici avrebbero messo a punto nuovi tipi di esplosivo non riconoscibili dal metal detector e facilmente camuffabili all'interno di computer, smartphone e tablet.



Alcuni aeroporti avrebbero già iniziato ad attuare la norma, primo fra tutti quello di Heathrow dove ai passeggeri in partenza per gli Stati Uniti è stato chiesto di accendere i propri device e dimostrarne il funzionamento. Uno smartphone scarico potrebbe infatti essere finto o rotto e nascondere esplosivi potentissimi in grado di creare danni di dimensioni enormi anche solo con una goccia. In caso non sia possibile accendere il telefonino, questo verrà sequestrato e il proprietario potrebbe essere trattenuto per accertamenti. Come sappiamo, le notizie sul web possono avere anche un risvolto comico e anche questa non è stata risparmiata: sono infatti numerose le battute sarcastiche sulla durata della batteria degli iPhone 5 e 5S che costringerebbero milioni di persone a restare a terra.

Immagine stevegarfield