5G, firmato un accordo tra Corea del Sud e Ue

GiovannaLabati - 17 giugno 2014 - 12:57

5G, firmato un accordo tra Corea del Sud e Ue

Quella a cui stiamo per assistere potrebbe essere una svolta epocale: l'Unione Europea e la Corea del Sud hanno intenzione di cooperare per lo sviluppo di una rete 5G.

E così, mentre la maggior parte di noi ancora non sfrutta, per mancanza di mezzi o di conoscenze, la rete 4G, i grandi del mondo si incontrano a Seul e firmano un accordo per la costruzione di una nuova potentissima rete. A dare l'annuncio è stata Neelie Kroes, commissaria dell'agenda digitale UE, che ha definito questo momento "una pietra miliare nella storia delle telecomunicazioni internazionali. L'altra firma sull'accordo è del ministro coreano per la scienza e la tecnologia Mun-Kee Choi. "Questa è la prima volta che autorità pubbliche si sono messe insieme in questo modo, con il sostegno dell'industria, per portare avanti il processo di standardizzazione", ha commentato la commissaria Ue, la quale ha aggiunto che "la dichiarazione odierna invia un segnale del nostro impegno a essere leader digitali a livello globale."

In cosa consister il lavoro di cooperazione tra Unione Europea e Corea del Sud? Le due potenze collaboreranno nella ricerca e approfondiranno la cooperazione tra le reti; inoltre, nel 2016, verranno lanciati bandi per progetti di ricerca. Il Forum coreano 5G firmerà con l'Associazione europea per le infrastrutture 5G un memorandum d'intesa per la definizione degli standard da rispettare. Tra le aziende interessate dal memorandum ci sono già Orange, Telecom Italia, Telefonica, Deutsche Telekom, Nokia, Alcatel-Lucent, Atos e Telenor. Sempre la Kroes ha dichiarato "Il 5G diventerà la nuova linfa vitale per l'economia digitale e la società digitale non appena prenderà piede." L'idea è che la comunicazione non sia più solo tra le persone ma anche tra gli oggetti.

Immagine cszar