HTC One, anche tu bari sui benchmark?

GiovannaLabati il lunedì 31 marzo 2014 alle 12:11:36

HTC One, anche tu bari sui benchmark?

Il nuovo HTCOne (M8) è in questi giorni al centro di un piccolo scandalo hi-tech: i benchmark relativi al muovo device sono truccati.

Una sincera ammissione di colpa spesso vale più di mille azioni di marketing ed HTC sembra saperlo bene. Così, senza vergogna e senza timori, l'azienda risponde a tono a chi chiede conto di queste accuse, ammettendo quella che ormai è una pratica diffusa nel mercato degli smartphone: "i test di benchmark - ha dichiarato un portavoce dell'azienda - cercano di determinare le prestazioni massime della CPU e della GPU, così come accade analogamente con le automobili sportive ad altre prestazioni, così i nostri ingegneri ottimizzano alcuni scenari in maniera da ottenere i risultati migliori possibili. Se qualcuno volesse aggirare tale ottimizzazione di benchmarking ci sono modi per farlo, ma pensiamo che il più delle volte questo non sarà il caso." Cosa significa tutto ciò? Se il vostro terminale HTC One (M8) rileva una certa attività relativa al lancio di una suite di benchmarking, inizierà le operazioni con l'unico scopo di migliorare i risultati.

A differenza di tutte le altre aziende concorrenti, prima fra tutte Samsung con i modelli Galaxy S4, Note 3 e Galaxy S5, HTC ha scelto la strada dell'onestà palesando quella che ormai è un'operazione diffusa e abituale. Ammettere la colpa mette decisamente in buona luce l'azienda che dimostra di non avere nulla da nascondere e di pensare sempre alla soddisfazione del cliente, a cui offre ottima qualità e trasparenza. Resta da vedere ora se questa linea di condotta sarà premiante in termini di vendite, che per ora non stanno andando male, nonostante il prezzo e nonostante che il nuovo M8 per ora sia soltanto prenotabile online.

Immagine Amazon