Asus, stop alla produzione del nuovo Transformer

GiovannaLabati - 17 marzo 2014 - 12:48

Asus, stop alla produzione del nuovo Transformer

Se stavate aspettando l'uscita del nuovo Asus con tecnologia dual boot, sappiate che la vostra attesa potrebbe essere infinita: il prodotto non verrà prodotto e dunque, nemmeno commercializzato.

A deciderlo sono state entrambe le aziende coinvolte nel progetto, Microsoft e Google, le quali hanno di comune accordo deciso di non produrre l'Asus Transformer Book Duet TD300. Il modello era stato presentato soltanto poche settimane fa la CES di Las Vegas e accolto con pareri discordanti sia dagli utenti che dagli addetti del settore. A non essere convinte erano, prima di tutto, le due big alle quali proprio non piaceva questo nuovo modello di ibrido, che forse ibrido lo era davvero un po' troppo. Insieme a lui, Redmond a deciso di mettere in standby altri due modelli, i desktop all in one Transformer AiO P1801 e P1802 annunciati nel 2013 e per ora mai entrati in produzione. Non sono chiare le motivazioni di questa scelta, ma si può ipotizzare che Microsoft e Google sentano la necessità di migliorare notevolmente il design e le prestazioni di queste nuove macchine dual boot che solo negli ultimi mesi si stanno facendo largo nel mercato hi-tech.

Ma cosa sono i computer dual boot? Sono macchine appartenenti ad una determinata categoria in grado di funzionare con due sistemi operativi differenti scelti dall'utente al momento dell'avvio del pc. Nel caso del Transformer Book Duet TD300 di Asus, l'utente avrebbe potuto scegliere tra Windows 8.1 e Android Jelly Bean. La decisione presa da Microsoft e Google, intacca anche un'altra azienda coinvolta, Intel, che nel corso della presentazione al CES di Las Vegas aveva apertamente dichiarato di credere molto in questo progetto. Ammettere un errore e riconoscere i difetti di un prodotto prima di lanciarlo sul mercato è sicuramente un plus per un'azienda, ma per distinguersi serve anche un po' di coraggio, non trovate?

Immagine John Biehler



Ultimo aggiornamento 17 marzo 2014 alle 12:48 da GiovannaLabati.