Apple lavora sul monitoraggio a distanza dei terminali

GiovannaLabati - 14 marzo 2014 - 13:49

Apple lavora sul monitoraggio a distanza dei terminali

Voci di corridoio parlano di un innovativo sistema che Apple starebbe mettendo a punto per monitorare lo stato di salute dei nostri terminali.

Il tutto si baserebbe su un brevetto depositato nel 2011 e fino ad ora mai utilizzato: si tratterebbe di un sistema di raccolta delle informazioni sull'invecchiamento dei dispositivi, informazioni che sarebbero successivamente utili per mettere a punto aggiornamenti mirati. Una tecnologia interessante e al tempo stesso curiosa, basata su uno dei tanti brevetti sfornati dall'azienda.
I brevetti sono per Apple un tasto delicato, perché se da una parte l'azienda ne deposita decine ogni anno, molti dei quali non vengono nemmeno utilizzati o realizzati, dall'altra sono spesso fonte di problemi e di conseguenti spese per battaglie legali con altre aziende produttrici.

La tecnologia di cui stiamo parlando, si occuperebbe di fare un check-up a distanza dello stato di salute dei nostri iPhone, iPad e computer Mac. Il sistema sarebbe in grado di monitorare l'invecchiamento dei componenti, come ad esempio lo stato di usura dei circuiti, e di rigenerarli prolungando quindi la vita del terminale. Dopo il check-up, che avviene collegando il dispositivo ad un computer o a un server remoto, si attivano dei firmware che intervengono sulle prestazioni e sulla capacità della batteria. Che sia questo un modo di Apple per rispondere alle ormai tropo numerose lamentele sul servizio clienti e sull'assistenza?

Immagine jfcherry