LinkedIn vince la censura e sbarca in Cina

GiovannaLabati il mercoledì 26 febbraio 2014 alle 11:34:17

LinkedIn vince la censura e sbarca in Cina

Continua l'espansione del social network professionale più famoso al mondo: LinkedIn approda anche in Cina e parla mandarino.

La notizia è di grande rilievo, non tanto per il successo di LinkedIn che ormai è conclamato a livello internazionale, quanto per il fatto che il social network è l'unico ad essere approvato dalla censura cinese che, come sappiamo, non vede di buon occhio gli altri canali social. Infatti, quella che viene chiamata la Grande Muraglia di Fuoco, blocca Twitter, Facebook e YouTube. Dietro questa Grande Muraglia di censura, lavorano ogni giorno migliaia di tecnici che, basandosi su parole chiave ben precise, bloccano ogni giorno migliaia di utenti, contenuti e siti ritenuti non adatti. Il carattere altamente professionale di LinkedIn ha però convinto i censori ad aprire le porte al social network.

Dal canto suo LinkedIn, prima lanciarsi nell'impresa cinese, ha esaminato a fondo la questione censura e studiato le limitazioni che potrebbe portare al sito. Nonostante LinkedIn creda fortemente nella libertà di espressione, come ha affermato Jeff Weiner, l'amministratore delegato della compagnia, cedere a qualche compromesso è stato inevitabile. Nella sua versione in lingua mandarina, agli utenti sarà impedito creare gruppi di discussione che potrebbero nascondere il rischio di dar vita ad agglomerati di persone intente ad contrastare il regime. L'obiettivo dell'azienda è quello di raggiungere anche in Cina il successo ottenuto nel resto del mondo dove, grazie a funzionalità sempre nuove, LinkedIn si afferma come il social network professionale più accreditato e apprezzato.

Immagine Coletivo Mambembe