Blackberry silura Alicia Keys

RiccardoMaruti - 3 gennaio 2014 - 14:37

Blackberry silura Alicia Keys

La cantante è stata sollevata dall'incarico di Global Creative Director: la crisi dell'azienda canadese è senza fine.

Alicia Keys non è più Global Creative Director di BlackBerry: ha già raggiunto il capolinea il sodalizio fra la popstar americana e l'azienda canadese. Dodici mesi fa l'assunzione dell'ex enfant prodige dell'R'n'B era stata accompagnata da squilli di tromba; ieri, invece, il siluramento è stato annunciato quasi sottovoce. Il che, naturalmente, non è servito ad evitare l'impietosa gogna mediatica, che si è messa in moto a suon di motti ironici e invettive sarcastiche. Persino l'abbottonato Wall Street Journal ha scelto la via della satira: la domanda "chi ha comprato un Playbook tablet di Blackberry?" trova risposta nel ritornello di una della più celebri hit dalla cantante, "No one, no one, no one". Dal canto il suo il New York Times sostiene che i tweet di Alicia vengano regolarmente postati da un iPhone. Anche se forse è vero che c'è più onore nel tradire che nell'esser fedeli a metà.

Alicia Keys era stata ingaggiata in corrispondenza del lancio della linea di smartphone BlackBerry 10: l'ennesimo insuccesso per la società dell'Ontario. Anche se il flop più cocente risulta, ora, proprio il risibile tentativo di rilanciare le azioni societarie affidando l'immagine aziendale alla bella musicista di Manhattan. Nel frattempo la crisi della BlackBerry Limited appare senza fine. E se la ristrutturazione interna è partita da tempo, gli effetti positivi auspicati tardano a manifestarsi: con appena 1.1 milioni di dispositivi BB10 venduti e ben 4.4 miliardi di dollari di perdite registrate nell'arco di un trimestre il gruppo è stato costretto a tagliare ulteriormente gli organici. Tra i numerosi licenziamenti, il più illustre è certo quella della frontwoman dall'ugola d'oro. Che senza dubbio offre il meglio di sé ai tasti bianchi e neri del pianoforte, piuttosto che alla keyboard degli smartphone BlackBerry.

Immagine: pagina Twitter di Alicia Keys

Ultimo aggiornamento 3 gennaio 2014 alle 14:37 da RiccardoMaruti.