HTC ancora nei guai, questa volta in Germania

GiovannaLabati il giovedì 2 gennaio 2014 alle 10:41:58

HTC ancora nei guai, questa volta in Germania

Non sembra volersi concludere il contenzioso sui brevetti aperto tra Nokia e HTC: l'azienda taiwanese finisce di nuovo nei guai in Germania.

Le autorità tedesche hanno concesso a Nokia la possibilità di richiedere lo stop delle vendite dei modelli HTC Android che avrebbero violato il brevetto di proprietà di Nokia relativo alla trasmissione di dati via Bluetooth e NFC. Nokia ha ora il potere di fermare le vendite di tutti i dispositivi che sfrutterebbero illegalmente la tecnologia di sua proprietà, fino a quando un giudice non accerterà colpe e responsabilità. L'azienda finlandese prosegue nella sua battaglia forte delle numerose vittorie conquistate nel 2013 contro HTC, la quale è stata più volte incriminata per sfruttamento di tecnologie e brevetti di proprietà di altri. Oltre alla Germania, attualmente anche la Francia sta esaminando il caso Nokia vs. HTC.

A discolpa di HTC c'è da dire che il brevetto per il quale è sotto accusa in Germania, registrato con il numero EP 1148681, non è molto preciso anzi, è parecchio vago, e altre aziende produttrici ne hanno richiesto l'annullamento. Anche Google figura tra le aziende interessate alla questione e tra coloro che ne richiedono l'annullamento: la scarsa chiarezza della documentazione e la scarsa specificità del brevetto, potrebbero compromettere migliaia di prodotti Android attualmente in commercio e comportare un significativo blocco del mercato. La domanda ora sorge spontanea: HTC non è in grado di produrre tecnologie proprie e attinge a quelli di altri, oppure Nokia soffre di manie di persecuzione? Se il buongiorno si vede dal mattino, per entrambe le aziende il nuovo anno non è iniziato nel migliore dei modi, staremo a vedere!

Immagine SalFalko