Yahoo mette gli utenti al primo posto

GiovannaLabati - 19 novembre 2013 - 12:29

Yahoo mette gli utenti al primo posto

lo scandalo datagate si è allargato a macchia d'olio per mesi e ora tutti le parti coinvolte corrono ai ripari: Yahoo pensa alla tutela degli utenti.

Dopo aver scoperto che l'intero server di sua proprietà era controllato dalla Nsa, Yahoo ha deciso di passare al contrattacco per tutelare la privacy degli utenti che ogni giorno affidano i propri pensieri, i propri progetti e le proprie immagini ai suoi servizi. La comunicazione ufficiale arriva da Marissa Mayer, amministratore delegato dell'azienda, che ha spiegato come entro la primavera del 2014 tutti i dati degli utenti saranno criptati, così come tutte le informazioni legate alla loro vita in rete. Intercettare, riconoscere e interpretare post, ricerche e condivisioni sarò dunque molto più difficile per chi spia le vite altrui.

La Mayer rivela la notizia tramite il suo blog su Tumblr, dove dichiara ''Voglio ribadire quello che già abbiamo detto: Yahoo! non ha mai dato accesso ai suoi data center alla Nsa o ad altre agenzie governative. Mai. Non c'e' niente di più importante per noi che proteggere la privacy dei nostri utenti''. Una strada intrapresa anche da Google che nelle ultime settimane pare abbia potenziato i team addetti alla sicurezza e modificato l'algoritmo in modo da garantire maggiore protezione agli utenti. Google inoltre è al lavoro su progetti a sostegno della libera espressione sul web: uProxy, per esempio permetterà agli utenti di pubblicare contenuti ritenuti sconvenienti o censurati dalle organizzazioni governative di alcuni paesi.

Immagine Marissa Mayer Tumblr