Google diventa sempre più green

GiovannaLabati - 15 novembre 2013 - 14:07

Google diventa sempre più green

L'attenzione all'ambiente e alle energie rinnovabili è un tema molto caldo negli ultimi anni: tutti veniamo chiamati a fare qualcosa e anche i grandi colossi come Google non si tirano indietro.

È notizia recente che Big G ha pianificato un'investimento di 80 milioni di dollari per mettere in piedi in California e in Arizona sei nuovi impianti a pennelli solari. Una struttura di dimensioni importanti che non solo contribuirebbe ad accrescere l'autonomia dell'azienda, ma potrebbe essere in parte ceduta per fornire energia alle abitazioni del territorio. La portata produttiva dell'impianto è stimata in 106 megawatt e darebbe energia a circa 17.000 abitazioni. Per capire meglio la potenza della nuova struttura e l'impatto che avrebbe sul territorio, è sufficiente fare un paragone con gli altri tipi di impianti di produzione di energia: una centrale nucleare produce tra i 900 e i 1.300 megawatt, mentre una a carbone ne produce tra i 600 e i 700.

L'obiettivo di Google è alto: passare dal 33% di autosostentamento al 100%. L'azienda punta dunque a diventare totalmente autosufficiente dal punto di vista energetico, continuando anche a cedere energia a terzi. Un aspetto quello della sostenibilità a cui il colosso di Mountain View è molto attento e per il quale già da alcuni anni pianifica corposi investimenti. Dal 2010 ad oggi l'azienda ha già speso più di un miliardo di dollari in nuovi progetti sull'energia rinnovabile, sia solare che eolica. La strada è di certo quella giusta, anche per l'indotto che genera dando in appalto il lavoro a società specializzate, e la speranza è che altri colossi internazionali seguano l'esempio e facciano la loro parte nella salvaguardia del pianeta e nel risparmio delle energie non rinnovabili. Un plauso al nuovo direttivo di Google, bravi!

Immagine Google Green