Strumenti di analisi Google Analytics

Novembre 2016

Gli editor di siti web, come tutti gli specialisti di marketing e di SEO, danno una grande importanza ai dati offerti da Google Analytics, poiché, è proprio grazie a questi dati che si riescono ad analizzare, in maniera molto precisa, i comportamenti degli utenti di un sito, che siano semplici visitatori, prospect o acquirenti.

L’utilizzo delle statistiche Analytics va oltre la conoscenza della propria audience, infatti, fungono il ruolo di guide linea per l’adattamento del contenuto ad obiettivi di marketing specifici. Come usufruire al meglio di Google Anlytics per aumentare l’audience del proprio sito professionale o incrementare le conversioni e le vendite? In questa guida metteremo in evidenza gli strumenti chiave di Google Analytics, al fine di creare il massimo profitto per il proprio sito.


Google Analytics per siti professionali

Google Analytics è uno strumento di analisi dell’audience con statistiche precise e dettagliate. Gratuito, questo strumento consente di tracciare le fonti di traffico, il comportamento degli utenti e altre informazioni vitali. Analizzando questi dati, si potranno adattare i contenuti del sito alle aspettative degli internauti, migliorandone diversi aspetti, quali: analisi dei contenuti, fornire una migliore esperienza, analisi dei social network per determinare le interazioni tra i social e i contenuti del sito, analisi di conversione per determinare il comportamento degli utenti, analisi della performance utili per le campagne advertising (campagne AdWords).

Google Analytics per l’aumento dell’audience del sito

Quale tipo di comportamento assumono gli utenti su una pagina? Quali pagine visitano e per quanto tempo? Come navigano sul sito? A questi quesiti rispondono gli indici Analytics, offrendo informazioni riguardanti la media di tempo che gli utenti spendono su ogni pagina, paragonando la landing page e la pagina d’uscita, i percorsi seguiti dagli utenti sul sito.

Nota Bene: Questi indici sono specificati sulla scheda Comportamento, nella scheda Contenuto sito. Sarà possibile combinare informazioni riguardanti il comportamento degli utenti su dashboard personalizzate.

Dalla scheda Acquisizioni si potranno invece ottenere informazioni riguardanti il SEO (motori di ricerca), riferimento siti, social e link sponsorizzati (AdWords). Per controllare la pertinenza del SEO rispetto alle esigenze degli utenti si raccomanda di completare le analisi utilizzando gli strumenti di Google Webmaster.

Aumentare le vendite utilizzando i percorsi degli utenti sul sito

Particolarmente importante per le società che operano su internet, il comportamento degli utenti è essenziale per poter rispondere a quesiti come quali sono i passaggi necessari da effettuare prima dell’acquisto? Come ottimizzare il comportamento degli utenti per favorirne il tasso di conversione? Le analisi web di Google consentono, proprio su questa linea, di identificare i passaggi effettuati dall’utenza durante gli acquisti o i processi di conversione. Queste, inoltre, offrono anche una sorta di consulenza gratuita, che consente di ottimizzare i costi delle campagne di advertising; digitali, con AdsWords, su siti affiliati o tramite mail (newsletter,ecc.).

Imbuti multicanale

Le funzioni degli imbuti multicanale offrono l’accesso alla scheda Conversioni di Google Analytics. Grazie a questi “imbuti” sarà possibile, infatti, visualizzare tutti i canali marketing di una dashboard, poiché proprio essi, giocano diversi ruoli importanti nel tema delle analisi; offrono un’overview dei passaggi seguiti dagli utenti durante gli acquisti, le conversioni, migliorano le azioni di marketing basate su performance di canale, adattano le campagne future basandosi sui risultati. I rapporti offerti dagli imbuti multicanale indicano i tipi di canale con i quali gli utenti interagiscono durante i 30 giorni precedenti all’acquisto/conversione. Utilizzando queste info si può determinare in quanto tempo si completa un acquisto e quante volte l’utente visita un canale specifico.

Impostare gli obiettivi di conversione

Gli obiettivi di conversione variano da un sito professionale a un altro e possono essere sotto forma d’acquisto, di online quote o di contatto. Google Analytics traccia questi dati in due forme: Obiettivi delle Conversioni (download, iscrizione a newsletter) e Conversioni Ecommerce, cioè acquisti. Questi stessi dati possono essere definiti dall’interfaccia Google Analytics oppure dagli imbuti multicanale.

===Analizzare le performance delle campagne AdWords==

Collegare Google AdWords e Google Analytics può produrre diversi vantaggi tra cui il controllo delle performance Ads in Google Analytics, importazione degli obiettivi Google Analytics sull’account AdWords, importazione di statistiche dall’account Analytics a quello AdWords, accedere a funzioni di retargeting o remarketing, aggiungere informazioni da imbuti multicanale, ecc. Questa funzione aiuterà a meglio comprendere quando gli utenti clicchino sugli annunci. Le statistiche sul traffico del sito e le conversioni sono più dettagliate. I centri d’interesse e i dati demografici legati a Google Analytics aiutano ugualmente a migliorare la performance, mirando a un’audience precisa differenziata secondo criteri di età, sesso e centri d’interesse.

Conoscere l’origine del traffico sul sito

Il traffico può provenire da diversi canali tra cui: Organic Search, che corrisponde alle richieste formulate dagli utenti sui motori di ricerca, in termini tecnici, il SEO organico o naturale del sito, Referal, supporti referenti che propongono un link diretto verso una pagina del sito, Direct, le visite d’accesso direttamente sul sito e Paid Search, corrispondente alle visite ottenute da campagne SEO a pagamento (Google Ads), Social, ossia le visite ottenute dai social network (condividendo link su Facebook, Twitter, per esempio). Su questo argomento è bene notare anche che alcuni social possono essere iscritti a siti di riferimento.

Dal novembre 2015 Google Analytics pone una distinzione tra il SEO naturale proveniente dal motore di ricerca e quello proveniente dalle immagini. Infatti, le visite provenienti da un’immagine ottimizzata su Google Immagini sono riconosciute a loro volta nei siti di riferimento. Tutto questo per sottolineare ancora l’importanza di una strategia SEO estesa alle immagini di un sito, le quali possono apportare traffico supplementare.

Potrebbe anche interessarti :
Il documento intitolato « Strumenti di analisi Google Analytics » da CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.