I rischi dello showrooming

Dicembre 2016

Grazie a un accesso facilitato ai prezzi e ai siti della vendita online, i consumatori modificano le loro abitudini d'acquisto nei negozi fisici, diventando sempre più sensibili alla comparazione dei prezzi, preferendo così gli acquisti online, più vantaggiosi. Lo showrooming è una pratica che definisce in toto questo concetto, infatti, un cliente che si reca in negozio per provare o vedere un prodotto fisico, ma poi, lo acquista online, sta applicando proprio il concetto di showrooming. Questa nuova pratica di consumo, costituisce comunque una vera e propria sfida per i commercianti, i quali possono utilizzarla a loro vantaggio. Ecco alcune idee per saper sfruttare al meglio lo showrooming e creare vantaggi economici favorevoli.


Cos'è lo showrooming

Lo showrooming è un termine inglese che, come accennato, definisce una nuova pratica dei consumatori e consiste di provare un prodotto in un magazzino fisico, farsi spiegare il suo funzionamento, i vantaggi e l'utilità di quest'ultimo da un commesso in negozio, prima di acquistare lo stesso prodotto online a un costo più vantaggioso.

Super attrezzati dal punto di vista tecnologico, alcuni acquirenti hanno la tendenza a comparare i prezzi anche durante la loro visita nel negozio fisico con uno smartphone, in modo da consultare, in tempo reale siti specializzati riguardanti i prodotti (ad es. forum d'acquisto) per decidersi o no su un acquisto.

La visita al negozio fisico consente anche di salvare le informazioni riguardanti il prodotto (con foto o scanner) per poter poi comparare i prezzi e le caratteristiche su internet comodamente a casa propria. Secondo alcuni studi è stato notato che questa tendenza riguarda maggiormente i prodotti elettronici, quelli tessili, accessori ed elettrodomestici, ed è favorito sempre più da una connessione no-stop su smartphone e tablet.

I rischi dello showroom per i negozi fisici

Secondo i dati del Connected Commerce di DigitasLBI, circa 8 consumatori su 10 sono pronti a lasciare il negozio fisico, se si rendono conto, dopo una ricerca su smartphone, che il prodotto è venduto in altri posti o in linea a un prezzo inferiore di almeno 10%. In questo modo il negozio fisico è soggetto alla perdita di clienti, con tutte le ripercussioni economiche del caso. Come approfittarne? Come attirare nuova clientela?

Le nuove sfide del negozio fisico

L'evoluzione delle abitudini dei consumatori costituiscono, però, delle nuove sfide per chi è proprietario di un negozio fisico. Infatti, l'ambiente e l'approccio dei consumatori deve rispondere alle nuove attese, tra cui proporre novità alternative e nuovi servizi ai clienti nei magazzini fisici, favorire la sinergia tra i magazzino fisico e quello virtuale e il webrooming, ossia la visualizzazione di un prodotto e delle sue caratteristiche online davanti al proprio acquisto nel magazzino fisico.

Lo stesso studio della Connected Commerce di DigitasLBI riporta che l'86% dei consumatori intervistati scelgono il prodotto online per poi acquistarlo in negozio. Gli argomenti in favore all'acquisti in magazzino riguarda la disponibilità immediata del prodotto, la prenotazione online con ritiro in negozio, la vicinanza e i consigli da parte dei commessi.

Come utilizzare lo showrooming a proprio vantaggio

Accompagnare i consumatori per fidelizzarli

L'attuazione di una strategia cross-canal, ossia utilizzando più supporti per meglio accompagnare il cliente nel suo acquisto, consente di meglio fidelizzarlo. Questo approccio può sfruttare i social network (pagina Facebook del negozio, Instagram, ecc.), l'invio di newsletter o ancora dei vantaggi che favoriscono la fedeltà (carta fedeltà, ecc.). L'acquirente può essere seguito durante il processo nel suo processo d'acquisto sia online che in un negozio fisico, offrendogli app dedicate, o aiutandolo a geolocalizzare il negozio fisico, ad esempio per delle lamentele.

Favorire la sinergia tra il magazzino fisico e il sito di vendita

Per un negozio fisico, possedere un sito di vendita online, significa attuare una strategia phydigital e dedicarsi ad entrambi con lo stesso entusiasmo e la stessa grinta. La creazione di un dialogo tra il negozio fisico e il sito può basarsi su l'offerta di prodotti e servizi complementari; sulla localizzazione di un servizio web-to-store, ossia la prenotazione e/o l'acquisto online con una spedizione svolta in magazzino, con costi di spedizione più interessanti.

Evolvere l'esperienza d'acquisto in negozio

Il percorso d'acquisto dell'acquirente in negozio può essere facilmente programmato, proponendogli un'esperienza fisica che si avvicina a quella digitale: l'utilizzo di tablet o di schermi tattili per visualizzare le caratteristiche del prodotto; un confronto d'offerte facile, magari proponendo un accesso a WiFi o degli schermi tattili; o facilitando le modalità di pagamento con il pagamento senza contatto.

Per saperne di più

Per approfondire quest'argomento e, quindi, migliorare il proprio business, si consiglia la lettura delle nostre guide Favorire la sinergia tra i magazzini con il Cross-canal e il Geofencing.

Potrebbe anche interessarti :
Il documento intitolato « I rischi dello showrooming » da CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.