Utilizzare Knoppix come CD di soccorso

Novembre 2016

Knoppix è un LiveCD Linux, cioè un CD tramite il quale potete avviare il vostro pc, e contenente un sistema linux completo pronto all'impiego. Knoppix può essere utilizzato come CD di soccorso, per esempio per recuperare i vostri file quando Windows non vuole avviarsi affatto.

Nota Bene: è raccomandata la versione 5.1.1 di Knoppix, poiché ha il supporto di scrittura NTFS (indispensabile per Windows NT4,2000, XP, 2003 e Vista). Le versioni precedenti di Knoppix possono solamente leggere le partizioni NTFS (e non scriverci sopra). Altresì tutte le versioni di Knoppix possono leggere e scrivere sulla partizione FAT32.


Scaricare e masterizzare un CD Knoppix

Avrete bisogno di un'altro computer connesso a internet che disponga di un masterizzatore di CD-ROM. Andate alla sezione download del sito ufficiale Knoppix e scaricate la versione che vi serve. se non sapete quale scegliere eccovi un link rapido della Versione ISO. Non dimenticate di verificare che il download sia completo, il file KNOPPIX_V5.1.1CD-2007-01-04-EN.iso ha come checksum a91a458de18c6a86a9516672aa4c2941 vedere la FAQ sapere come fare.

Avviare Knoppix

All'avvio del CD, digitare knoppix lang=en per avere Knoppix in inglese:



Bisogna attendere il caricamento di Linux, che può durare qualche minuto. Se la risoluzione dello schermo è troppo bassa, è possibile utilizzare screen=1280x1024 (per esempio) per forzare la risoluzione. Sui computer che hanno 128 MB di RAM (o meno), potete utilizzare IceWM al posto di KDE: aggiungete l'opzione desktop=icewm (in qwerty, digitate: desktop=icez,) oppure avviate in modalità testo: knoppix 2 lang=en. Il seguito delle operazioni è descritto su KDE (il desktop di default Knoppix).

Accedere all'hard disk (lettura)

È sufficiente cliccare sull'icona dell'hard disk presente nel desktop. Si aprirà una finestra e l'icona dell'hard disk avrà un piccolo triangolo giallo che segnala che il disco è montato (accessibile):


Disco non montato:
Hard Disk
[hda1]

Disco montato:
Hard Disk
[hda1] con triangolo verde

I dischi rigidi IDE saranno accessibili in /mnt/hda1, /mnt/hda2, /mnt/hdb1, ecc.

FIXME: indicano i comandi per montare manualmente

Accedere al disco rigido (scrittura)

In modalità predefinita, Knoppix vi permette di accedere all'hard disk, ma in lettura solamente (per evitare di fare degli errori di manipolazione). È possibile accedere in scrittura: Dopo aver montato un disco (vedere la sezione precedente), fare un clic destro sull'icona di un disco Cambiare la modalità read/write.

Una finestra vi chiederà di confermare che volete passare la modalità in read/write: Confermate cliccando su OK:



Da notare che a partire da Knoppix 5.1.1, è possibile accedere in scittura alle partizioni NTFS (per Windows NT4, 2000, XP, 2003 e Vista):

[FIXME: indica la command mount/remount manuale]

Scanner e disinfestare i virus

L'antivirus ClamAV è fornito con Knoppix. Per aggiornare l'antivirus, digitate sudo freshclam:



Il messaggio ERROR: Clamd was NOT notified, potete ignorarlo, non è un problema. Poi utilizzate clamscan in linea di comando per scannerizzare il vostro disco rigido, ad esempio: clamscan -r /mnt/hda1 (-r permette lo scanner delle rubriche).

Salvare su chiavetta USB

Potete recuperare i vostri file sulla chiavetta USB. Basta inserire la vostra chiavetta, che apparirà sul desktop. Effettuare la stessa operazione solo nelle due sezioni precedenti per poter scrivere sulla vostra chiavetta USB (clic-destro sulla chiave USB, Cambiare la modalità di lettura/scrittura, ecc.). È sufficiente quindi copiare i vostri file del disco rigido verso la chiave USB.

[FIXME: indicare i command di montaggio manuale]

Salvare su CD/DVD

Per recuperare i vostri file, potete masterizzarli. Knoppix è fornito con K3B, un software di masterizzazione semplice da usare e molto simile a Nero o EasyCD Creator (li troverete (secondo le versioni di Knoppix), nel menu Multimedia). Dopo aver avviato K3B, scegliete Nuovo progetto di CD dati. Dovrete dunque solamente trascinare dei file dal vostro disco rigido (/mnt/hda1 o altro):




Nota Bene: se non avete un altro lettore di CD/DVD e avete almeno 1 GB di RAM, utilizzate l'opzione toram all'avvio di Knoppix: Il cd di Knoppix sarà caricato integralmente in memoria e potrete ritirarlo, liberando così il lettore CD/DVD.

Configurare la rete

La rete è un'eccellente mezzo per trasferire i propri file su un'altro computer. In generale, Knoppix rileva e configura automaticamente la rete (se la vostra rete locale possiede un server DHCP (LAN aziendale, oppure la maggior parte dei "box" (Freebox, LiveBox, ecc.), un indirizzo IP sarà automaticamente attribuito a Knoppix.) Per vedere se avete un indirizzo IP, aprite la console:




digitate ifconfig e verificate che indirizzo IP è stato assegnato alla scheda Ethernet. Se non fosse così, dovreste configurarla manualmente: Menu Knoppix (pinguino) > Network/Internet > Network card configuration:



Potete ugualmente realizzare questa operazione digitando sudo netcardconfig.

Salvare con FTP (Knoppix in client)

Knoppix è compatibile con la maggior parte delle schede di rete, uno dei migliori mezzi per salvare i propri dati e di trasferirli su un altro pc attraverso la rete. FTP è affidabile, semplice e funziona bene. Se avete un server FTP su un altro computer in rete, un mezzo semplice per accedervi è utilizzare Konqueror. Cliccate sull'icona di Konqueror:



poi inserite l'indirizzo del server FTP nella barra d'indirizzo sotto forma di: [ftp://]login:password@adressServer/

È quindi possibile copiare i file semplicemente trascinandoli dalla finestra del vostro disco rigido.

Nota Bene: è facile da configurare un server FTP su un altro computer, ad esempio in Windows ([Windows installare un server FTP] link in allestimento).

Salvare con FTP (Knoppix in server)

È molto semplice avviare il server FTP in Knoppix. In primo luogo, mettere una password all'utente Knoppix con il comando sudo passwd knoppix e poi avviare il server FTP con la command: sudo in.ftpd -D:


È quindi possibile accedere al server FTP con un qualsiasi client FTP (come FileZilla, LeechFTP, ecc.).

Esempio: FileZilla sotto Windows mostra il disco della macchina Knoppix. Potete collegarvi col nome utente e la password Knoppix. Una volta connessa, potete consultare senza problemi l'hard disk (/mnt/hda1 per esempio):



Per fermare il server ftp, digitare: sudo killall in.ftpd.

Salvare con condivisione Windows (Knoppix in client)

Possiamo utilizzare Knoppix per connetterci ad un dossier condiviso con una macchina Windows. Per farlo avviamo Konqueror:



Inseriamo l'indirizzo sotto forma di: smb://nome Macchina/nome Condivisione (nome Macchina può ugualmente essere l'indirizzo IP). Saranno richiesti un login e una password (dovremo utilizzare un login che esiste su Windows). Per copiare/spostare dei file in entrambe le direzioni basta trascinare i file.

Da notare che se si vuole accedere alla condivisione Windows attraverso il sistema di file Linux, potete montare la cartella in linea di comando:

sudo su
mkdir /mnt/windows
mount -t smbfs //adressServer/namePartage /mnt/windows -o username=john,password=toto,uid=knoppix


(Sostituire adressServer, nomePartage, john e toto con i valori appropriati). Potete accedere semplicemente alla cartella condivisa Windows in /mnt/windows

Salvare con la condivisione di Windows (Knoppix in server)

È possibile chiedere a Knoppix di condividere il disco con la condivisione del file compatibile Windows. Questo permette l'accesso ai dischi di Knoppix partendo da un'altro computer su Windows. Per farlo, iniziate montando ogni disco che volete condividere in lettura o in scrittura (vedere la sezione sul montaggio dei dischi all'inizio dell'articolo).

Poi andate al menu Knoppix (il piccolo pinguino) > Services > Start Samba Server:



Inserite due volte una password di vostra scelta. Knoppix vi chiederà se desiderate condividere tutti i vostri dischi: rispondete . Ora è possibile accedere alla documentazione della macchina Knoppix da un altro computer Windows inserendo il suo indirizzo (\\knoppix) (vi verrà richiesta la password):

Potete dunque copiare dei file dall'hard disk della macchina Knoppix (vedremo così il nostro disco rigido, hda1):


Salvare con ssh (Knoppix nel server)

Knoppix vi è fornito con un server ssh (in linea di comando e transfert di file sicuri). Per questo, è sufficiente avviare il servizio ssh: andate in menu Knoppix (il piccolo pinguino) > Services > Start SSH Server:



Se non l'avete già fatto, dovrete scegliere una password per l'utente Knoppix:



Ciò permette di connettervi a distanza sulla macchina Knoppix, oppure di trasferire dei file (per esempio con [WinSCP] link in allestimento su Windows). Una volta connessi, sarete per default nella vostra directory home. Potete spostarvi nella directory /mnt/hda1 (o qualsiasi altra):


Salvare con http (Knoppix in server)

Se nient'altro funziona, è possibile (nella situazione peggiore), eseguire un server Web (HTTP) sulla macchina Knoppix e accedervi da un'altro computer con un semplice browser. Ciò permette di trasferire (come ultimo ricorso) dei file. Piazzatevi nella directory da servire sul web, e digitate: sudo thttpd -r -u knoppix (se si desidera che il web server si avvii su un'altra porta, ad esempio 9901, aggiungere l'opzione -p 9901). Per fermare il server: sudo killall thttpd

Nota Bene: non vi è alcun controllo di accesso a questa pagina web. Ciò significa che chiunque potrebbe scaricare i file. Questa soluzione è davvero considerata come ultima risorsa, quando nient'altro funziona.

Partizione: salvare (clonare) una partizione (ghost) (NTFS)

Per il disco NTFS, usare preferibilmente ntfsclone. Questo programma è ottimo perché evita automaticamente i settori NTFS vuoti. Per salvare una partizione NTS nel file: sudo ntfsclone /dev/hda1 --save-image --output mapartition.img (potreste anche salvare direttamente su un altro computer attraverso la rete, per esempio, se avete montato una condivisione delle cartelle come indicato precedentemente (/mnt/windows). Per ripristinare la partizione: ntfsclone --restore-image mapartition.img --overwrite /dev/hda1.

Nota Bene: la partizione ripristinata sarà avviabile se si ripristina nel disco di origine, nella stessa partizione, nello stesso settore. Se la ripristinate altrove, sarà perfettamente leggibile e senza errori, ma non avviabile.

Partizione: Salvare (clonare) una partizione (ghost) (FAT/FAT32/ext2 ed altri)

Per le partizioni oltre che NTFS, potete utilizzare Partimage. Partimage può salvare una partizione in un file, su un'altra partizione, oppure verso un server Partimage (partimaged). Knoppix è fornito col client Partimage ed il server Partimage.


Avviate partimage digitando sudo partimage. Selezionate la partizione da salvare, la destinazione (la salveremo su un altro computer grazie ad un dossier condiviso Windows (/mnt/windows/mapartition.img). Premete F5 per passare alla schermata seguente. Potete lasciare le impostazioni predefinite (comprimere l'immagine è una buona idea). Premete F5 per passare alla schermata seguente. Inserite una descrizione del vostro backup (per esempio "Immagine della partizione 28 gennaio 2014") premete nuovamente su F5. Il backup sarà eseguito in "Salvare la partizione (file immagine).

Utilizzate lo stesso programma (partimage) per ripristinare la partizione.

[parte da completare: eventualmente dd, server partimage, ecc].

Partizioni: salvare la tabella della partizione

Salvare la tabella delle partizioni in un file: sudo dd if=/dev/hda of=mbr.bin bs=512 count=1 (dopo, spetterà a voi salvare il file mbr.bin sulla chiave USB o su un altro computer). Non dimenticate di rifare un backup della tabella di partizione se ripartizionate l'hard disk.

Ripristino della tabella delle partizioni: sudo dd if=mbr.bin of=/dev/hda


Nota Bene: utilizzare hda e non hda1 (hda = il disco ; hda1 = la prima partizione del disco; La tabella delle partizioni si trova in alto all'inizio del disco, prima della prima partizione).

Partizioni: Ridimensionare una partizione TFS

Ecco l'articolo Ridimensionare una partizione NTFS] link in allestimento.

Partizione: Ripartizionare un disco

[da completare: QTParted, GParted, FDisk, ecc.]

Note

Gli scambi di file descritti in questa pagina possono anche essere utili per scambiare dei file tra computer virtuali VMWare.

Potrebbe anche interessarti :
Il documento intitolato « Utilizzare Knoppix come CD di soccorso » da CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.