GParted (Gnome partition editor)

Dicembre 2016

GParted è un editor di partizioni libero e gratuito. Permette di fare tutto quello che, di solito, un editor di partizione fa, ovvero creare, formattare, eliminare e spostare delle partizioni sul disco.


A cosa serve GParted

GParted serve a modificare le partizioni manualmente ed è possibile organizzare il disco in vista della creazione di un multiboot o di altre partizioni di stoccaggio.

Download GParted

Scaricate Live CD GParted che vi permette di avviare unicamente GParted per modificare le vostre partizioni. Bisognerà in seguito masterizzare l'immagine ISO come spiegato qui /faq/26-masterizzare-masterizzare-immagini-disco-iso-nrg Masterizzare un'immagine ISO]:




GParted è ugualmente integrato in alcune distribuzioni Linux che funzionano in Live CD, come Ubuntu. È situato nel menù Sistema > Amministrazione > Editor di partizioni.

Come utilizzare GParted

Prenderemo dunque l'esempio attuale di un hard disk contenete Windows e completamente formattato in NTFS, sul quale vorremmo creare altre partizioni predestinate a ricevere una o più distribuzioni Linux.

Nota Bene: è altamente raccomandato deframmentare la partizione di Windows prima di iniziare a modificare le partizioni con Gparted.

Nel menu del programma troverete le seguenti funzioni:

Nuovo (per creare una nuova partizione);

Elimina (per eliminare una partizione);

Ridimensiona/Sposta (per ridimensionare o o spostare una partizione);

Copia/Incolla (per copiare la totalità di una partizione in un spazio libero del disco);

Annulla (per annullare le modifiche prima di applicarle);

Applica (per convalidare tutte le modifiche e avviare il partizionamento).

Ridurre la partizione NTFS

Seleziona la partizione NTFS e clicca su Ridimensiona/Sposta. Imposta la nuova dimensione, muovendo il cursore:




Convalida cliccando su Applica.

Creare una nuova partizione

Seleziona lo spazio Non-allocato e clicca su Nuovo. Crearci una partizione estesa:




Convalida e applica le modifiche. Ecco il disco dopo questa operazione:




Ora seleziona lo spazio libero all'interno della partizione estesa e creare una nuova partizione logica (ad esempio EXT3 per Linux). È possibile ridurre le dimensioni di questa nuova partizione per creare un'altra partizione logica. Convalida e applica le modifiche. Ora selezionate lo spazio rimanente e createci una nuova partizione logica, questa volta preventivate dello spazio libero per la partizione «swap» di Linux (partizione di scambio).

Convalida e applica le modifiche. Seleziona lo spazio libero restante e di crearci una nuova partizione «linux swap». Convalida e applica le modifiche.

Potrebbe anche interessarti :
Il documento intitolato « GParted (Gnome partition editor) » da CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.