Cosa sapere sull'aggiornamento a Windows 10

Novembre 2016

Dal 29 luglio 2015 sarà possibile scaricare gratuitamente l'aggiornamento Windows 10 sui PC dotati di Windows 7 e Windows 8/8.1. In questa guida cercheremo di rispondere alle domande più frequenti e importanti riguardanti proprio il nuovo sistema operativo Windows 10.


Perché passare a Windows 10

Sono tante le ragioni a favore dell'aggiornamento, ma la più importante riguarda la sicurezza sofisticata, che fa sì che Windows 10 possa ben proteggere dai pericoli e bug che interessano i sistemi operativi attuali. Ovviamente più la propria versione Windows è vecchia, più sarà consigliato passare Windows 10.

I costi di Windows 10

Per gli utenti di Windows 7 e 8.1 l'aggiornamento a Windows 10 è disponibile gratuitamente entro i primi due mesi dell'installazione del release. Per gli utilizzatori di Windows XP, fonti non ufficiali parlano di uno speciale sconto, ma è ancora tutto da confermare. Per tutte le altre versioni, l'aggiornamento a Windows 10 Home costa 110 US-$, mentre la Profile-Version costa 200 US-$ (in euro i prezzi sono ancora sconosciuti). Coloro che passeranno a Windows 10 nell'arco di un anno, possono utilizzare il sistema operativo gratuitamente, mentre gli utenti che non effettueranno il passaggio entro queste tempistiche, saranno costretti a pagare.

Come prenotare Windows 10

Come si è detto, l'aggiornamento sarà gratuito per un anno. Per poter essere tra i primi a usufruire dell'installazione del nuovo sistema operativo Windows è possibile prenotare l'aggiornamento gratuito sull'appOttieni Windows 10.

Per prenotare Windows 10, fare clic destro sul logo Windows posto a destra della barra applicazioni, poi cliccare sula finestra dell'app Prenota ora l'aggiornamento gratuito e inserire il proprio indirizzo e-mail a conferma della prenotazione.

Nota Bene: La prenotazione di Windows 10 è legata al terminale e no all'utente, questo vuol dire che Windows riserva un aggiornamento per ogni dispositivo.

Windows 10 critiche

Con questa nuova versione Microsoft ha voluto unire tutti i vantaggi di Windows 7 e Windows 8 in una nuova versione del sistema. In questo modo i nuovi utenti potranno familiarizzare velocemente con il nuovo Windows 10, nonostante qualche nostalgica mancanza di funzionalità tipiche delle versioni precedenti. Un esempio emblematico è quello di Windows Media Center, con il quale non si potrà più riprodurre Video DVD o Blu-Ray. Stessa cosa per alcuni widget del Desktop e qualche gioco.

Requisiti di sistema Windows 10

I requisiti di sistema minimi per l'aggiornamento a Windows 10 sono: processore 1Ghz, 1 GB di RAM (2 GB per 64 bit), 16 o 20 GB di spazio sul disco (32/64 bit), scheda video compatibile DirectX-9 e una risoluzione schermo minima di 1024x600 Pixel. Per i Windows Phone si consiglia almeno 1 GB di RAM.

Installazione di Windows 10

Dopo aver effettuato il download di Windows 10 l'utente avrà la scelta tra due opzioni aggiornare il su sistema attuale (7 o 8/8.1) oppure creare un supporto di installazione (DVD o USB) per fare una installazione 'pulita' nel qual caso ogni dato e programma precedentemente installato sarà perso.

Potrebbe anche interessarti :
Il documento intitolato « Cosa sapere sull'aggiornamento a Windows 10 » da CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.