Big Data e i vantaggi per l'impresa

Dicembre 2016

La condivisione crescente d'informazioni legate alle abitudini, alle preferenze e alle attese dei consumatori hanno portato alla creazione di Big Data. Questa massa di dati costituisce una fonte di profitto dell'impresa che meglio risponde ai bisogni dei suoi clienti e che può rappresentare un reale vantaggio concorrenziale. Utilizzata soprattutto in ambito marketing, Big Data attira sempre più imprese, che decidono di integrarlo nelle loro strategie di Bto C e BtoB.


Capire Big Data

Big Data definisce l'utilizzo di tecnologie e metodi per analizzare d'insieme dei dati, basandosi identificazioni di certe tendenze di mercato o specifici comportamenti dei consumatori. Per queste ragioni è ampiamente sfruttato dai professionisti del marketing che se ne servono per affinare la loro targetizzazione e analizzare tutte le sfaccettature costituenti il comportamento dei consumatori.

I dati derivati dai loro acquisti online o in negozio, le loro preferenze rispetto i social network e in generale, riguardo tutta la loro navigazione online (cookie) sono i principali riferimenti per l'analisi di un comportamento globale. A riguardo si parla anche di Smart Data, Data Science o Data Analytics. Il Big Data è in lento progresso in Italia, secondo le statistiche effettuate nel 2014.

Utilizzare Big Data

I rischi per l'impresa

In una stessa impresa, diversi settori interessati all'installazione e all'utilizzo di Big Data: informatica, commercial, marketing, ecc. Tra questi il settore marketing è quello che ricorre di più a questo servizio, tant'è che è considerato come il pioniere nelle nuove strategie ideate. Attraverso questi servizi, Big Data porta l'impresa ad affrontare più rischi, tra cui: migliorare l'esperienza clienti, comprendere al meglio i comportamenti dei prospect e dei clienti, anticipare i bisogni e adattare le campagne marketing.

Installare i nuovi processi legati a Big Data consentono anche il miglioramento legato alla catena logistica, a meccanismi di decisioni e a vantaggi concorrenziali significativi. Tra i vantaggi relativi al marketing d'impresa: migliorare l'efficacia delle campagne pubblicitarie, sia online che non, affinare la targetizzazione di prospect e clienti, analizzare tout court i comportamenti dei clienti a 360°.

Le risorse d'analisi possono variare, la cronologia di transizione, le interazioni multicanale, le reti social, i dati trasmessi, ad esempio, attraverso carte fedeltà.

Verso nuove strategia di marketing

Consentendo l'adattamento e l'ideazione di nuove strategie per il marketing dell'impresa, allo stesso modo Big Data offre nuove risposte ai problemi d'impresa e ai suoi progetti. Due le prospettive che è possibile isolare, da un lato l'analisi comportamentale, in tempo reale per poter favorire la promozione multicanale e dall'altro, analisi segmentale, che consente una migliore targetizzazione e identificazione dei prospect.

Ecco alcuni esempi d'utilizzo di Big Data:

La Predictive Analytics, ossia l'adattamento di un messaggio marketing a un'azione probabile del consumatore, es. un annuncio di un hotel a Roma, mentre l'utente cerca un tragitto verso Roma.

L'automazione marketing, ossia l'invio di una pubblicità secondo la geolocalizzazione o la data di nascita.

Native advertising e il retargeting pubblicitario, personalizzazione dei risultari di ricerca,a d es. su Gogole.

Come integrare Big Data nella propria impresa

Raccogliere i dati

I dati possono essere raccolti da differenti canali, che non corrispondono per forza agli stessi servizi di ogni impresa e ai suoi stessi lavori. I canali possono essere digitali o meno e possono disporre della loro propria applicazione analitica, centralizzando questi dati in uno stesso insieme. Stabilire un panorama generale dei canali dei dati esistenti, installare dei nuovi supporti per raccogliere i feedback complementari clienti: moduli online, questionari in negozio, applicazione, siti web, social e carta fedeltà, ecc.). Appellarsi a una soluzione esterna o svilupparne una interna per gestire al meglio il flusso dati. Da fare distinzione anche tra dati interni, che l'impresa produce e mette in stock e quelli esterni ai quali può avere accesso.

Analisi dei dati

Il grande volume dei dati prodotti dall'impresa possono rappresentare, allo stesso modo, un rischio per la stessa impresa. Per evitare che questo accada è bene focalizzare tutta l'analisi sul cliente o sul prospect, domandandosi in cosa i dati possono permette di migliorare la sua esperienza d'acquisto? Di quali informazioni si ha bisogno per adattare il prodotto e il servizio alle sue attese ai suoi comportamenti?

Il progetto globare di Big Data può essere sviluppato su più assi: concentrare tutto lo sforzo sul cliente e sull'obiettivo prefissato; utilizzare i dati per rinforzare la propria competitività, unire l'analisi statistica e quella predictive per definire al meglio i risultati.

Altre soluzioni e strumenti Big Data

Accenture;

Datastax;

Sas;

Vize.

Per saperne di più

Retargeting pubblicitario per gli e-tailer.

Potrebbe anche interessarti :
Il documento intitolato « Big Data e i vantaggi per l'impresa » da CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.