Come passare il proprio sito internet in modalità mobile-friendly

Novembre 2016

La percentuale di utenti che si connette ad internet attraverso il proprio supporto mobile si fa sempre più importante. Per poter offrire una buona esperienza di navigazione, i siti devono essere mobile-friendly (ossia adatti alla navigazione tramite mobile). Per questo motivo, da aprile 2015, Google ha creato un criterio SEO focalizzato proprio su questo. Per poter rendere compatibile il proprio sito internet, questo deve passare attraverso differenti criteri, che adottino le giuste soluzioni tecniche.


Cos'è un sito mobile friendly

Il termine mobile friendly si applica a quei siti internet che sono leggibili e accessibili da supporti mobili, smartphone e tablet. Questa provvede a garantire una buona esperienza di navigazione. Google definisce il mobile friendly seguendo più criteri. Secondo il colosso americano, sono siti mobile friendly quei siti che: evitano contenuti incompatibili con i flash, che propongono un testo leggibile accessibile senza necessariamente utilizzare la funzione di zoom, che visualizzano un contenuto adatto alla dimensione dello schermo senza scroll orizzontale, siti che propongono link sufficientemente larghi per poter essere cliccati/ toccati senza errore.

Fonte: Google Webmaster Central.

Molte sono le tecniche che consentono di adattare un sito alla sua versione mobile evitare il sotto dominio del sito in versione mobile, verso il quale l'utente in mobile mode sarà reindirizzato, stabilire un responsitive design adatto al tipo di supporto, aggiornare le CMS (Joomla, Wordpress, ecc.). La compatibilità con i dispositivi rispondono a delle implicazioni per gli editori dello stesso sito, ossia bisogna ben comprendere le nuove abitudini degli utenti e considerare un evoluzione del SEO.

Mobile friendly: implicazioni per gli editori

Rispondere alle nuove abitudini degli utenti

I clienti preferiscono un "accesso nomade". Il contenuto proposto deve essere adeguato alle aspettative degli utenti mobili e alle loro nuove abitudini di lettura, come quella ad esempio di una costante connessione alla navigazioni 7 giorni su 7 e 24 ore su 24. Probabilmente costui realizza acquisti online o consulta siti specializzati, durante un viaggio o prima di dormire.

La buona prassi per soddisfare al meglio l'utente

Favorire una buona ergonomia mobile, misura del contenuto, misura del font, finestra di visualizzazione ed evitare di mettere contenuti fastidiosi (ad esempio pop-up).

Favorire un buon SEO su Google

Dal 21 aprile 2015 data del mobilegeddon, Google ha modificato il suo algoritmo per poter dare maggiore visibilità ai siti che sono accessibili dalla versione mobile. Il riscontro della medaglia di questa scelta però influenza in maniera negativa il SEO di tutti quei siti che non presentano un label mobile friendly, così come comunicato da Google stesso.

In questo modo Google vuole spingere tutti gli editor web a passare a una piattaforma mobile. Così facendo questi i siti saranno sia meglio ottimizzati sul search engine, sia segnalati come mobile friendly:



Fonte: Google Webmaster Central.

Google Webmaster Tools propone uno strumento online per testare la compatibilità mobile di un sito internet: a questo link è possibile effettuare il test online Google Webmaster Tools per mobile:


Come passare da un sito internet alla versione mobile

I siti mobile

Il sito mobile è pensato per una navigazione da supporto mobile. L'URL è generalmente procedura da m.

Vantaggi: il contenuto può essere originale per gli utenti con differenti versioni desktop, prodotti, cataloghi, ecc.


Inconvenienti: lo sviluppo di un nuovo sito comporta costi aggiuntivi per l'impresa, senza contare che bisognerà prevedere eventuali evoluzioni nella risoluzione dello schermo (ad esempio, quella dei phablet) e delle nuove attività SEO nella ricerca mobile.

I contenuti copiati sulla versione desktop possono comportare sanzioni da parte di Google.

Responsive design

Il design reattivo utilizza le proprietà di CSS3 (media query, ecc.) per adattare la visualizzazione del sito web secondo le risoluzioni dello schermo. Le colonne e le immagini regolate e ridimensionate in maniera automatica secondo la risoluzione del proprio supporto.

Vantaggi: la struttura e i contenuti del sito sono simili alla versione desktop. Gli URL restano le stesse, il che evita il duplicato del contenuto. I costi sono ridotti rispetto a quelli dediti al sito mobile.

Inconvenienti: le immagini troppo pesanti possono rallentare la navigazione. La visualizzazione sul mobile deve essere verificata e rielaborata per vari problemi di regolazione (immagini larghe che necessitano di uno scroll orizzontale, persorsi di navigazione complicati per l'utente, ecc.). Per saperne di più: Responsitive design.

Sistemi di gestione di contenuto

I sistemi di gestione del contenuto integrano una versione mobile negli ultimi aggiornamenti (Joomla a partire dalla sua version 3, Wordpress secondo il tema scelto, ecc.). Il download e l'istallazione di un'estensione dedita possono ugualmente permettere un adattamento del sito mobile. La compatibilità può essere verificata utilizzando i Webmaster Tools.

Adattare il sito secondo i CMS

Versione mobile sito web con Wordpress;

Versione mobile sito web con Joomla;

Versione mobile sito web con Drupal;

Versione mobile sito web con Magento;

Versione mobile sito web con Prestashop.

Per saperne di più

Indicizzazione: I criteri di Google;

Ottimizzazione SEO mobile.

Potrebbe anche interessarti :
Il documento intitolato « Come passare il proprio sito internet in modalità mobile-friendly » da CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.