Identificare e seguire i Web Influencer

Novembre 2016

Gli influenzatori del Web 2.0 che siano blogger o utenti attivi di un social network, hanno un ruolo di primo piano e la loro opinione è sempre più considerata, anzi è in grado di cambiare il comportamento delle loro community di followers. In un'era nella quale il potere dell'interazione tra le community virtuali aumenta sempre più, le imprese sono costrette a considerare e analizzare le loro azioni e i loro interventi a più livelli: marketing, relationship con i propri clienti, seguire la propria web reputation, ecc. Ma chi sono questi influencer e come seguirli per trarne benefici?


Perché identificare e seguire gli i Web Influencer

Chi è uno influenzatore

Sul web "l'influenzatore" utilizza diversi spazi di espressione (blog, social network, forum, ecc.) per diffondere i contenuti in grado di modificare il comportamento di una comunità di utenti, definiti in gergo web follower. Le pubblicazioni dell'influencer possono avere un impatto più o meno diretto, e a diversi livelli, sui brand e sulle imprese. La forza di impatto e legata al potenziale dell'influenzatore (la sua audience) e alla categoria alla quale appartiene.

Le categorie degli influencer

Si possono distinguere più tipi di influenzatori. La presentazione di questi ultimi, qui riportata, può essere di grande aiuto, poiché i soli strumenti di misurazione e gli indicatori quantitativi non permettono un'analisi pertinente.

Le sentinelle: Molto reattivi, questi influencer sono sempre alla ricerca di nuovi prodotti, notizie e indiscrezioni relative al loro ambito d'interesse. Possiedono una capacità di diffusione e di aggiornamento dei contenuti molto elevata, attraverso la costante pubblicazione di più articoli al giorno e una buona conoscenza delle social network, ecc.

I creatori di trend: Hanno già una certa notorietà su internet (e al di fuori di esso), possiedono una capacità d'analisi e di riflessione più evoluta di quella delle sentinella, ma si dedicano ad attività differenti, avvalendosi di altri strumenti d'espressione. La loro produzione è più rara e generalmente pubblicata nelle webzine (riviste web) di riferimento, dove i loro interventi non passano di certo inosservati.

Gli esperti e valutatori (i cosiddetti rater): Si dedicano soprattutto alle tematiche specifiche riguardanti la tecnologia (High-Tech). Possiedono un'identità stabilita nella loro community di riferimento. Fanno dei test di prodotti e pubblicano recensioni (per esempio l'unboxing). Beneficiano di importanti canali di informazioni e la loro conoscenza specifica e specializzata dei temi affrontati gli riconoscono una credibilità di tutto rispetto.

I Pistoleri: Possono appartenere a più categorie, nelle quali si differenziano attraverso il loro tono, il loro carisma e la loro capacità di persuasione. In generale, le loro opinioni sono fisse ma di grande impatto sul comportamento della community (follower).

I blogger storici: Blogger di vecchia data che possiedono una rete molto vasta e una notorietà stabilita e di riferimento su internet. Generalmente sono in grado di amplificare una news, una voce, un'informazione insolita basandosi sui loro lettori e follower.

Maggiore è l'interazione sui social, maggiore sarà l'influenza

Gli influencer sono generalmente produttori di contenuti che si basano su dei relay d'espressione sempre crescente per espandere la loro audience, tra cui: blog partner o amici, siti community tipo "digg-like" o aggregatori di contenuti (es. Digg, Wikio, ecc.);, social network (Twitter, Facebook) e bottoni di valutazione e di condivisione dei contenuti degli articoli. A causa di queste tante interazioni e dell'uso crescente di questo genere di piattaforme community, la loro l'influenza sta diventando sempre più importante e diffusa.

L'importanza di seguire gli influencer per l'impresa

Molti settori d'attività -e diversi servizi interni all'impresa- hanno interesse a identificare, seguire e analizzare il comportamento degli influencer su internet. Come l'abbiamo categorizzato prima tutto dipende dall'obiettivo della content curation dell'impresa. I settori nei quali gli influenzatori sono i più attivi sono i prodotti Hi-Tech e multimediali, la moda e i prodotti di bellezza, i servizi (turismo, viaggi, interior design) e così via. Il monitoraggio degli influenzatori può essere motivato da più ragioni:

La produzione di contenuti e l'ottimizzazione: Per un'impresa, identificare le sentinelle e i blogger più informati permette di pubblicare contenuti velocemente e quindi di essere anch'essa una fonte potenziale d'influenza.

Marketing e comunicazione: Seguire i creatori di trend permette di anticipare gli eventuali cambiamenti rispetto un prodotto/servizio, così da migliorarne la sua reattività.

Relazione clienti/E-reputation: Gli influencer, tanto che rappresentanti della loro community, possono cristallizzare il sentimento "generale" dei consumatori rispetto a un brand, così da risparmiare del tempo nell'attuare una "strategia cliente" efficace e adattata.

Come identificare e seguire gli influenzatori

Un approccio quantitativo e qualitativo

È attraverso la valutazione delle dimensioni e dell'attività dell'audience di un blogger che si può determinare la sua credibilità e la sua capacità di diffusione, in altre parole se merita lo "stato" di influenzatore". Per scoprirlo, bisogna svolgere delle ricerche riguardanti:

Il suo impatto sui social network come Twitter e Facebook: È essenziale sapere in che misura i suoi contenuti sono condivisi nei social. Su Twitter si deve determinare il tasso di retweet e backtweet (indice di attendibilità). Su Facebook, bisogna monitorare la popolarità dei contenuti e dei commenti pubblicati (i "mi piace", il numero dei fan, ecc.).

Il numero dei link che indirizzati verso il contenuto pubblicato dall'influenzatore (ad es. da blog a blog).

Il numero di commenti nell'articolo sul blog e le statistiche di condivisione.

La sua identità digitale (nickname o nome) per conoscere cosa gli utenti pensano di lui.

La frequenza degli aggiornamento dei contenuti

La zona d'influenza, per esempio nazionale e/o internazionale

Il numero di raccomandazioni su LinkedIn.

Qualche strumento per poter seguire gli influenzatori

Retweetrank: permette di determinare il numero di tweet ripresi da un membro Twitter, attraverso il suo nome utente.

Backtweets: Si basa sullo stesso principio di retweetrank ma permette anche di recensire il numero di link indirizzati verso il nome di dominio trattate da Twitter (una ricerca più ampia).

Twikio in versione beta, è un sistema di classica della popolarità dei contenuti diffusi Wikio basato anch'esso su Twitter.

Traackr: È una web application (programma online) che consente di identificare gli influencer del Web 2.0. Analizza i contenuti dei social media (Facebook, YouTube, Twitter, LinkedIn, Flickr, MySpace o FriendFeed) e genera un elenco di utenti che hanno una notorietà nel loro dominio.

Potrebbe anche interessarti :
Il documento intitolato « Identificare e seguire i Web Influencer » da CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.