Ottimizzazione SEO su WordPress

Dicembre 2016


Il sistema di gestione dei contenuti (CMS) WordPress è molto conosciuto tra gli utenti che desiderano creare un loro blog online. Per poter rendere il più visibile possibile il proprio blog nei risultati di ricerca di Google, bisogna tener conto della sua ottimizzazione SEO. Ecco qui presentate alcune tecniche semplici da poter applicare fin dall'inizio della creazione di un blog.

Cosa è il SEO

L'ottimizzazione SEO (acronimo del concetto inglese di Search Engine Optimization) è quella tecnica che permette di rendere un contenuto il più visibile possibile agli utenti che fanno una ricerca sullo stesso argomento o su argomenti ad esso correlati. La maggior parte degli utenti utilizza un motore di ricerca per trovare informazioni e quest'ultimo, basandosi sul concetto delle parole chiave (keyword), propone il contenuto corrispondente. Così premesso, un blog WordPress, sia nel suo contenuto che nella sua struttura, deve essere in grado di dare una risposta precisa ai motori di ricerca, al fine di ottenere una buona posizione nei risultati.

Come agire sulla struttura blog WordPress

Il planning del sito al motore di ricerca

La creazione di una sitemap (mappa del sito) permette al motore di ricerca di conoscere la struttura del blog. Si raccomanda di utilizzare l'estensione XML Sitemap per indicizzare i propri articoli. Scaricare l'estensione dalla rubrica Estensione > aggiungerla alla Bacheca (Dashboard) e configurarla.

Definire le categorie del blog

Definire delle categorie per dare una struttura chiara al blog, e poter pubblicare gli articoli nelle apposite categorie. Scegliere delle parole in modo che servano da keyword per i motori di ricerca.

Creare dei link tra gli articoli

Inserire più link nel contenuto del blog, soprattutto dei link interni (tra gli articoli dello stesso blog). I motori di ricerca prendono in considerazione la ricchezza del contenuto. Esistono delle estensioni WordPress che permettono di aggiungere link verso un articolo di riferimento in base a della parole chiave predefinite.

Attenzione, però, a non abusare di link per non compromettere la leggibilità dello stesso testo da parte del lettore. Meglio se la scelta del link da utilizzare si basi sul dare maggiori informazioni ad esso relative, ad esempio inserire un link sotto un insieme di parole come " in questo articolo sul SEO" è più fruibile che inserirlo sotto "leggere qui".

Scegliere un buon permalink

I permalink, sono link permanenti degli articoli del blog e hanno un importanza particolare. Questi, infatti, contengono informazioni importanti per i lettori e i motori di ricerca. È bene rinominare l'URL di un articolo con due o quattro parole correlate al contenuto dell'articolo e che possono essere delle parole chiave associate all'argomento dell'articolo stesso.

Per esempio: www.ilmioblog.com/ottimizzare-seo-blog-wordpress.

Evitare il sovraccarico dell'URL e se le impostazioni del blog tengono conto della data di pubblicazione dell'articolo, modificare le impostazioni nella sezione Permalinks > Impostazioni, selezionando la casella Personalizzato.

Ottimizzare i contenuti per il SEO

Utilizzare i Tag <h1> e <h2>

I tag <h1, h2, h3>, ecc. servono a organizzare il contenuto (gerarchicamente) per i motori di ricerca. Il tag <h1> è usato per indicare il titolo dell'articolo, per impostazione predefinita in WordPress, se non è il caso o l'impostazione è stata modificata, si può configurarlo dal menu Aspetto > Editor selezionare il template e aggiungere il tag h1 a <?php the_title(); ?>, nel modo seguente
<h1><?php the_title(); ?></h1>
.

i tag da <h2> a <h6> vengono utilizzati nel testo dell'articolo, ad esempio:

<h1>Titolo dell'articolo</h1>
<h2>Titolo Parte 1 </h2>
<h3>Sottotitolo Parte 1 </h3>


e così via. Utilizzare parole chiave che rispondono ai quesiti degli utenti e che siano coerenti da un punto di vista lessicale, al tema generale dell'articolo.

Ottimizzare le immagini utilizzate

Le immagini aggiunte all'articolo del blog contengono anche delle informazioni utili per i motori di ricerca: rinominare le foto utilizzando le parole chiave in rapporto all'articolo e compilare i campi testo alternativo e titolo prima di caricare l'immagine.

Aggiungere delle estensioni al blog

Alcune estensioni WordPress permettono di migliorare il SEO degli articoli. Una volta configurate correttamente, queste estensioni sono in grado di analizzare e suggerire come ottimizzare, al meglio, la struttura del blog e gli articoli pubblicati. Si raccomandano le estensioni SEO by Yoast, in One SEO pack.

Duplicate content da evitare

Con "duplicate content" si intende copiare una parte di un contenuto in un altro. Duplicare il contenuto nello stesso blog è una cattiva abitudine non accettata dai motori di ricerca, poiché da questi considerata cole SEO abusivo. Per una buona riuscita dell'ottimizzazione, è bene proporre articoli che, seppure riprendano e si inspirino a quanto scritto in un vecchio articolo, non debba essere preso tout court da un altro blog. Evitare di ripetere le pagine, indicando nella struttura del blog che gli articoli o pagine che appaiano in più categorie o con più parole chiave non sono ripetizione, i plug-in SEO di Yoast possono esser d'aiuto.

Aggiornare il contenuto già esistente

l'aggiornamento costante del contenuto già esistente sul blog WordPress permette di segnalare ai motori di ricerca che il contenuto proposto resta sempre d'attualità. Completare questi aggiornamenti inserendo link nuovi riportanti a articoli più recenti.

Potrebbe anche interessarti :
Il documento intitolato « Ottimizzazione SEO su WordPress » da CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.