Come funziona il QR Code

Dicembre 2016

Il QR code è un codice a barre di nuova generazione che consente la lettura di informazioni tramite lettore digitale. Che tipo di informazioni? Su che tipo di supporti? È difficile creare un QR code? Ecco una guida utile che vi aiuterà a capire cos'è e come funziona un codice QR.


Cos'è un QR Code

Il codice è chiamato Quick Response (acronimo di QR) per la facilità e rapidità di decodificazione. È un tipo di codice a barre bidimensionale (anche detto codice Data Matrix), che si presenta sotto forma di pittogramma costituito da pixel neri posti su un quadrato bianco. La lettura di questo codice porta ad un'informazione decifrata grazie a lettori specifici (smartphone, cellulari, webcam, tablet). Il QR è fotografato tramite la fotocamera dell'apparecchio e viene decifrata con un'applicazione preinstallata o da installare.

Storia del codice QR

Il QR code è un'invenzione giapponese creata nel 1994 per Toyota dall'azienda Denso-Wave. Questa era stata ideata per tenere traccia delle singole componenti di fabbrica. L'invenzione fu resa poi pubblica nel 1999, sotto licenza libera in Standard Internazionale ISO (ISO/IEC 18004). Il codice QR ha subito avuto un gran successo, grazie anche alla comparsa della telefonia mobile negli anni 2000.


In Francia hanno, successivamente, sviluppato un formato simile al QR code, il flashcode, che dà le stesse informazioni del QR code ma con pixel più grandi. Questo permette una lettura più facile e meno aleatoria dei QR Code, stampato su supporto ruvido.

Quali informazioni contiene un codice QR

Un QR code può reindirizzare verso:


Un sito internet;

Un video, o altri contenuti digitali (immagini, foto, suoni, documenti, PDF, ecc.);

Un numero di telefono;

Un indirizzo e-mail;

Un modulo di pagamento

Un biglietto da visita;

Una mappa;

Un testo.

Comunicazione, pubblicità, promozione, informazioni per il consumatore, ecc., il codice QR può essere utilizzato in tantissimi modi diversi.

Come si crea un QR Code

Ci sono una miriade di siti specializzati nel editing del QR code conosciuti con il nome di generatori di QR code, di solito sono gratuiti. Basta inserire le informazioni che inserire (testo, url, immagine, Google Map, ecc.), per poi configurare il formato del QR code secondo ciò che si preferisce (url corta, presenza del logo, ecc.). Per inserire ulteriori informazioni, inserire il codice in un contesto testuale: titolo e testo che riguardano il contenuto digitale al quale il QR code indirizzerà.

Dove trovare un QR code

Una volta creato, scaricarlo e sarà possibile applicarlo sul supporto che preferiamo: foglio di carta, sul pavimento, su opere d'arte, sushi o monete d'oro, come sulla Vera Valor, dove il codice QR impresso rende vano ogni tipo di falsificazione.

Potrebbe anche interessarti :
Il documento intitolato « Come funziona il QR Code » da CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.