Come scegliere un GPS

Dicembre 2016


Caratteristiche tecniche


La qualità di ricezione del segnale GPS è chiaramente primordiale. Ad oggi, è lo standard SiRF Star III ad essere considerato il migliore.

La qualità grafica e dello schermo. Dimensioni, illuminazione e anti-riflesso sono da verificare. Attenzione un lettore GPS si trova spesso alla luce del sole, è quindi necessaria una buona illuminazione. Viceversa, verificate che esista una modalità "notte" con meno luminosità per non disturbare la guida notturna, è anche un problema di sicurezza. Da preferire modelli con un'interfaccia personalizzabile.

La qualità audio e vocale. Questa voce vi accompagnerà durante i vostri viaggi... quindi meglio sceglierne una che ci piace. Alcuni modelli permettono di scaricare voci alternative da internet.

Supporto. Può sembrare un accessorio ma non c'è niente di più fastidioso che un GPS che casca ogni 5 minuti per le vibrazioni. Da verificare anche il relativo sistema di orientamento dello schermo.

L'alimentazione. In genere è un filo collegato all'accendi-sigari. Per quelli che preferiscono preparare i loro trip al di fuori del veicolo, è meglio verificare se è dotato di batteria o un'alimentazione tramite USB.

Mappe


La qualità delle informazioni. Le mappe sono recenti? Che zone coprono (paesi, Europa, resto del mondo) ? Il prezzo dell'apparecchio è collegato a queste informazioni.

Possibilità di aggiornamenti. Oggi, la maggior parte delle marche propongono la possibilità di aggiornare la cartografia del GPS tramite un sito internet. La differenza sta nel prezzo : ad abbonamento, acquisto dell'update, gratis. Da notare anche la frequenza e la qualità degli aggiornamenti (ad esempio se gli aggiornamenti sono frequenti, ma implementati dagli utenti).

Radar e informazioni traffico. Queste informazioni, aggiornate in tempo reale, sono diffuse con una tecnologia diversa dal GPS: si tratta del RDS/TMC (l'RDS è usato anche per le autoradio, per trasmettere i testi.
Ci sono due tipi di ricezione: integrata al GPS o tramite antenna esterna. L'abbonamento alla ricezione di queste info può essere compreso con l'acquisto o separatamente.

Interessi.. Le informazioni facoltative : stazioni di servizio, hotel, ristoranti, siti culturali....

Ergonomia e navigazione


Ergonomia dell'interfaccia. Anche un bambino di 6 anni (se sa leggere e scrivere) deve poter preparare un percorso. Comunque sia, dovreste poter settare e confermare la destinazione con un solo dito.

L'adattamento della navigazione. All'inizio dei GPS, c'era la voce che ripeteva sempre : "fate un'inversione a U appena possibile". Non dovrebbe più succedere. Oggi i chip ricalcolano il percorso in tempo reale se non avete rispettato le indicazioni.
I tempi di "calcoli" di un percorso è un elemento indispensabile ed è strettamente collegato alla qualità del chip.

Potrebbe anche interessarti :
Il documento intitolato « Come scegliere un GPS » da CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.