Quali sono i benefici aziendali dei contenuti dei social network?

Novembre 2016

Per un'azienda la customer relationship e il branding possono passare anche per i social network. Questi media possono essere armi potentissime per il brand a patto che contengano i contenuti giusti e che condividano immagini d'impatto, come gli stessi social network impongono.



Obiettivi dei social network per le aziende

Twitter, Instagram, Facebook... i social network sono una sfida per le azienda. Infatti, è possibile parlare di social media e di webmarketing, come di nuove leve per il branding e la customer relationship dell'azienda.
  • Migliorare la visibilità dell'azienda su nuovi supporti.
  • Dare un'immagine diversa del brand o dei suoi prodotti.
  • Avere un dialogo tra il brand e gli utenti del web.


A parte il branding e il dialogo coi clienti, i social network possono anche servire all'acquisizione di prospect e ovviamente all'indicizzazione.

Attenzione però a scegliere i social network adatti all'azienda. Per essere presenti sui canali giusti è bene studiarli al meglio per poter adottare un sempre migliore approccio qualitativo.

Quali possono essere i contenuti proposti dalle aziende?

I social network offrono la possibilità di diffondere contenuti originali e mirano al coinvolgimento di clienti e/o nuovi prospect. Il picture marketing si esprime in modi diversi.

Ecco i tipi di contenuti che possono essere condivisi :
  • Immagini (foto o video) che mettano in valore le azioni o l'ambiente del brand, proponendo al visitatore di conoscere aspetti dell'azienda che non conosce.
  • Immagini dei prodotti e servizi del brand, coinvolgendo i visitatori per far condividere le immagini dei prodotto.
  • Informazioni sull'azienda, sempre in coerenza con la linea comunicazione adottata sui social network, che possano interessare gli abbonati.
  • Informazioni sull'universo del brand, che possono iniziare anche il dialogo azienda/consumatore.

Su Facebook

Facebook è il social network più adatto allo sharing di contenuti riguardanti l'universo del brand. Bisogna però tenere conto della diminuzione della portata delle pubblicazioni di una pagina: solo il 5% degli abbonati vedono effettivamente una pubblicazione sul loro flusso di attualità. Per le aziende locali, ad esempio, sarebbe più adatto Google Plus dove le recensioni e la localizzazione sono particolarmente immediate per un utente alla ricerca veloce di queste informazioni.

Su Twitter

Twitter si presta bene ad una comunicazione continua, per creare una relazione con gli utenti. È un supporto che può essere adatto ad esempio per un customer service.

Instagram e Pinterest

Per finire Instagram e Pinterest sono dedicati interamentea lal comunicazione per immagini. Questi sono dei canali che permettono di sollecitare direttamente gli utenti, integrandoli in un processo di condivisione.
Qualche informazione in più è fornita da questa guida: Scoprire e usare Pinterest sul lavoro.

Come aggregare i contenuti dei social network su un sito internet?

Quando vengono animati regolarmente, questi social network creano un flusso di informazioni concreto ed utile. È possibile integrare queste informazioni sul sito web dell'azienda, sul blog aziendale o su un altro social network.

Strategie che si possono adottare :
  • Un flusso Twitter per un sito / blog aziendale, che rilevi gli ultimi tweet, può essere limitato ai tweet della solo azienda, ma potrebbe anche tenere conto delle interazioni con parti terze (impiegati, clienti, etc...).
  • Un flusso Facebook che funziona esattamente come quello di Twitter.
  • Un flusso Instagram, che incorpora nel sito/blog il contenuto condiviso di tutti gli utenti, grazie all'utilizzo di hashtag predefiniti durante la configurazione.


È bene facilitare i collegamenti dell'azienda e dei social network ufficiali valorizzando i link sul sito web aziendale.

Diritti d'autore:limiti e restrizioni dei social network

In Europa, le fotografie sono soggette ai diritti d'autore. Quando si condividono immagini di proprietà su un social network, gli utenti le rendono pubbliche. Ma quali sono i limiti dell'azienda nell'utilizzarle?
La maggior parte dei social network integrano questa nozione di diritto d'autore nei termini di utilizzo. Nel caso di Facebook, questo rileva la proprietà intellettuale delle immagini accordando una licenza d'utilizzo degli stessi contenuti di proprietà intellettuale pubblicati su Facebook o in relazione con Facebook. Questo si applica ugualmente nel caso si utilizzi un'app che necessita un accesso a contenuti e informazioni.
  • Le immagini postate su Facebook possono quindi apparire nei risultati di ricerca, collegati al brand o all'azienda, a condizione che esse siano usate in ambito dell'applicazione iniziale o di un'applicazione collegata.
  • I termini di utilizzo fissati da Twitter, Instagram o LinkedIn determinano le stesse condizioni di proprietà condivise.
  • Un'azienda che vuole trarre vantaggio da queste immagini, non ha quindi diritto a riprodurre foto postate da utenti, tranne nel rispetto dei temini d'uso collegati all' applicazione di social network.
  • L'azienda è in grado di far rispettare il proprio diritto d'autore sulle proprie foto condivise sui social network.


Photo © Fotolia M. Willing

Potrebbe anche interessarti :
Il documento intitolato « Quali sono i benefici aziendali dei contenuti dei social network? » da CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.