Ottimizzare il profilo LinkedIn e sviluppare la propria rete

Novembre 2016

Con 90 milioni di utenti nel mondo e più di 4 milioni di utenti in Italia, LinkedIn è il social network professionale diventato una piattaforma di primo piano per sviluppare un marchio professionale e le relazioni d'affari su internet. Le tecniche che consentono di ottimizzare sensibilmente la visibilità del proprio profilo e di estendere la propria rete di connessioni e, quindi, la propria influenza sono molto semplici, chw lo si faccia per trovare lavoro o per promuovere le attività della propria azienda su internet. Ecco una lista di consigli e buone pratiche che ci permettono di sfruttare al meglio LinkedIn.


Presentare bene il profilo LinkedIn

Le informazioni più importanti devono apparire per prime. Il posizionamento varia in funzione degli obbiettivi fissati (ad esempio la ricerca di impiego, ricerca di relazione affari). In questo senso è meglio evitare il copia-incolla del vostro curriculum. Se la vostra posizione attuale è poco chiara, date qualche dettaglio brevemente (in qualche parola) per renderla più concreta e comprensibile. Utilizzare un "linguaggio naturale" per personalizzare il profilo: la sezione "riassunto" vi consente di esprimersi in maniera più "personale" ("io"): approfittatene per comporre una mini-biografia, con qualche frase semplice, e accattivante per i lettori.


Aggiungere in maniera visibile (nell'intestazione) i link verso i vostri altri profili 2.0 e/o le vostre produzioni web: profili Twitter, Viadeo, Facebook Fan Page, siti e blog corporate o professionali, portfolio. Potete segnalarli in doppione anche nella sezione sottostante "siti web". Indicare inoltre i gruppi LinkedIn ai quali appartenete. Tradurre i punti più importanti della vostra presentazione in inglese, se prospettate in Italia e a livello internazionale (indicare un link verso una presentazione completa su un'altra pagina per non sovraccaricare il vostro profilo).

Indicizzare il profilo LinkedIn nei motori di ricerca

Sul profilo LinkedIn "visibile a tutti", sulla pagina di modifica, rendete visibili più elementi possibili (esperienze, riassunto, competenze aggiuntive oltre nei campi settore di attività e regione). Costruite una rete di back link di qualità che puntano verso il vostro profilo LinkedIn: privilegiare i collegamenti da fonti che autorizzano i link DoFollow (forum, log, corporate) e che possiedono un buon PageRank. È possibile aggiungere link in DoFollow da Twitter e Facebook (sulla fan page, tramite Static FBML), il vantaggio è che queste due piattaforme hanno un PageRank molto elevato.


Scegliete anche qualche fonte in NoFollow per evitare di essere identificati come Spammer da Google. Diversificate inoltre i titoli dei vostri link: potete alternare tra il vostro nome e tag significativi utilizzati nel vostro profilo per migliorare l'indicizzazione della vostra pagina LinkedIn grazie alle diverse richieste. Personalizzate infine l'URL LinkedIn: alcuni utenti scelgono un URL che riflette il loro settore di competenza al posto del loro nome.

Aggiungere immagini, video e presentazioni al profilo

È possibile inserire immagini, video e documenti sul profilo LinkedIn per mettere in evidenza prodotti e lavori specifici, come in un "portfolio multimedia". Questa opzione è disponibile nelle sezioni riassunto, esperienza e formazione. Gli elementi visivi posso essere caricati sul profilo, o inseriti da diversi servizi terzi: Prezi, Scribd o ancora SlideShare per le presentazioni professionali, Twitter, Ow.ly, Pinterest per le immagini, Youtube, Dailymotion, Vimeoper i video, Spotify, SoundCloud, Mixcloud per l'audio. Tutti i documenti caricati sono parti alle raccomandazioni (in forma di "like") e ai commenti dei membri della propria rete.

Sviluppare la rete LinkedIn

Una volta creato il profilo, inviate degli inviti via email ai vostri contatti (utilizzare il modulo "importa contatti). Aggiungere l'URL del vostro profilo nella firma dei corrispondenti lavorativi, carte da visita, ecc. Aggiungere un flusso RSS che mostra l'attività del vostro profilo sull'home page (il flusso è visibile solo dai membri della vostra rete). Il modulo permette anche di visualizzare gli aggiornamenti del vostro stato e le vostre ultime raccomandazioni.

Integrare il vostro account Twitter al profilo LinkedIn (possibilità di limitare la visualizzazione dei Tweet a determinati hashtag) sull'homepage. L'integrazione di Twitter permette anche di inviare degli inviti a vostri abbonati twitter per incitarli a seguirvi anche su LinkedIn (dalla messaggeria Twitter). Aggiungere dei badge/bottoni LinkedIn al vostro blog/web site corporate.

Collegare il vostro profilo LinkedIn a quello della vostra azienda, se esiste (proporre di crearlo e animarlo se non esiste). Creare un gruppo di "anziani" della vostra scuola, per aumentare le vostre possibilità di retaggi. Participare a LinkedIn Answer, la piattaforma di condivisione di conoscenza di LinkedIn, per dare risposte alle domande fatte (magari da utenti influenti, che hanno tante connessioni). Comunicare sui vostri eventi (LinkedIn Events), e pubblicarli sul vostro profilo.

Raccomandare e ottenere raccomandazioni: Potete inviare degli inviti ai vostri colleghi, ex-titolari, per chiedergli di raccomandarvi. In più, proponete di raccomandare i vostri contatti (le raccomandazioni sono visibili solo dalla vostra rete). Inviare degli inviti alle vostre connessioni di 2° grado (i contatti dei vostri contatti di primo livello). Utilizzare le applicazioni LinkedIn disponibili per arricchire il vostro profilo e aprirlo verso altre risorse esterne: applicazioni Box.net, Slideshare, Reading list di Amazon, Wordpress.

Moltiplicare le connessioni utilizzando LinkedIn "Classmates"

Classmates (compagni di classe) è uno strumento di networking integrato a LinkedIn che permette di ritrovare i diplomati e iscritti alla propria scuola (qualsiasi stabilimento scolastico/studi superiori). Il suo utilizzo necessita chiaramente riempire il campo "formazione" del profilo. Ricerca dei compagni di scuola è accessibile dall'interfaccia LinkedIn. Genera un grafico che raggruppo diverse informazioni: dove lavorano e quello che fanno i vecchi compagni (per esempio amministrazione, marketing, ingegneria), e dove risiedono.

Un altro vantaggio in termini di networking riguarda la possibilità di inviare un'invito a far parte della propria rete senza avere l'email del membro al quale ci si vuole connettere. Classmates propone tra l'altro numerosi filtri per affinare e definire le ricerche : per stabilimento, anno di frequenza, anno di diploma, etc.

Connettersi alle pagine universitarie con LinkedIn

Le pagine "Università" di LinkedIn permettono alle università, agli studenti, e agli alunni (quelli che si sono diplomati/laureati in quella struttura) di comunicare tra loro, e ai liceali di trovare informazioni essenziali sulle opportunità di formazione. I membri connessi alle pagine Università possono: ricevere informazioni sull'attualità delle università, connettersi alla comunità degli alunni (networking), scoprire delle opportunità tramite il percorso degli alunni e trovare opportunità di carriera.


Per questo i gruppi "aperti" sono più interessanti che i gruppi riservati ai membri, in un'ottica di networking, perché sono più facilmente accessibili. Le discussioni relative possono essere infatti condivise su Facebook. Qualche consiglio per sfruttare al meglio LinkedIn:

Creare dei gruppi che vi permettono di esprimere al meglio le vostre capacità, e aggiungerli a l'annuario LinkedIn;

Creare/partecipare a dei sotto-gruppi tematici per avere più opportunità di estendere la propria rete;

Utilizzare l'annuario dei gruppi per facilitare la vostra ricerca su di una tematica esistente (per non creare doppioni);

Proporre di diventare amministratore di gruppi esistenti;

Essere attivo, cioè fare domande, dare risposte pertinenti alle domande più popolari.

Ordinare le discussioni nei gruppi LinkedIn

Per facilitare la ricerca di discussioni nei gruppi e aiutare i membri a trovare gli argomenti cui sono interessati, LinkedIn mette a disposizione diversi filtri (aprile 2012). I risultati di ricerca si basano sul link semantico tra la richiesta e il contenuto in corso, piuttosto che tra il collegamento tra la richiesta e il titolo della restrizione dei gruppi. Un nuovo filtro permette ugualmente agli utenti di visualizzare chi, tra i membri delle loro reti, partecipa a un gruppo, sulla base della richiesta digitata (contatto in 1°, 2° e 3° livello).

Animare la pagina di azienda

LInkedIn permette alle aziende di creare e aggiornare gli status sulla loro pagina, e quindi di gestirvi un flusso di attualità. È quindi possibile da queste condividere degli URL, pubblicare offerte di lavoro, promuovere i propri prodotti, ecc. Se avete diritti di amministratore sulla pagine azienda, utilizzare questa funzione che permette di rinforzare la visibilità del proprio marchio su LinkedIn.

Potrebbe anche interessarti :
Il documento intitolato « Ottimizzare il profilo LinkedIn e sviluppare la propria rete » da CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.