Short-code, buon utilizzo: mettere un articolo online con Wordpress

Dicembre 2016

Il sistema di gestione dei contenuti (CMS) Wordpress è uno dei più popolari su internet. Un successo dovuto alla facilità di installazione, ma anche al gran numero di trucchetti che possono arricchire il suo utilizzo.
Alcuni trucchetti possono ad esempio facilitare la pubblicazione di un articolo:
consigli e buone procedure per pubblicare una nota sul proprio blog o il proprio sito.

Utilizzare l'interfaccia di pubblicazione di un articolo


Collegarsi al pannello di controllo di Wordpress. Utilizzare la funzione articolo > aggiungere, nella colonna sinistra.

Configurare l'interfaccia degli articoli


L'interfaccia dedicata alla pubblicazione degli articoli è composta da diverse sezioni: il titolo, lo spazio per il testo e tutte le sue funzionalità, e sulla sinistra una colonna con le opzioni di pubblicazione, la scelta delle categorie, delle parole chiave e delle immagini in evidenza.

Questa interfaccia è personalizzabile. Cliccare su Opzioni schermo in alto a destra dello schermo per accedere al menù.

Diverse opzioni possono così essere nascoste o meno nel riquadro per il testo: opzioni del tema Wordpress, plug-in di indicizzazione, estratti, retrolink, campi personalizzati, e ancora autori, categorie, parole chiave e immagini in evidenza.

Formare un articolo


Il titolo immesso nella prima zona di testo sarà impostato come titolo principale una volta finito l'articolo.
Redigere l'articolo nella zona destinata alla stesura del testo.

Per evitare errori di impaginazione è meglio redigere direttamente nella zona prevista. Se si tratta per esempio di un testo su file word è meglio farlo passare sul note-pad in modo da cancellare l'impaginazione automatica del programma.

L'editor di testo situato sopra la zona di compilazione è praticamente uguale alle opzioni proposte da altri editor di testo (word, open office ... ).

Selezionare la scheda "testo" per visualizzare l'articolo con i suoi tag html.
Aggiungere delle immagini per arricchire l'articolo, verificando che queste non siano troppo pesanti, per non rallentare la navigazione del lettore.

Utilizzare gli shortcode nell'editor visivo


Gli short-code sono dei codici corti, integrati nell'editor visivo dell'interfaccia degli articoli o delle pagine. Wordpress prende in considerazione di default alcuni short-code, altri invece vanno trattati tramite lo Shortcode API.

Dalla versione 2.5, il CMS Wordpress accetta la loro utilizzazione di base. Questa nuova funzionalità è un modo eccellente per evitare il moltiplicarsi si plug-in sul proprio blog o sito. Troppi plug-in possono infatti portare a rallentamenti e disfunzionamenti sul CMS.

Gli short-code possono rimpiazzare i plug-in in molti modi: aggiungere una mappa Google Map, una tabella di risultati, un picture slider, un modulo di contatti...

Esempi di short-code predefiniti su Wordpress :
  • |gallery| per mostrare una galleria di immagini caricata sul CMS,
  • |Googleapp| per utilizzare documenti provenienti da google docs,
  • |twitter-timeline| per annettere uno storico twitter.



Istruzioni complete per gli short-codes predefiniti sul sito wordpress.com

Scegliere le categorie


Per salvare una nuova categoria, accedere alla funzione articoli > categorie sulla colonna sinistra del pannello di controllo. Se il blog è configurato con un menù e diverse categorie, verificare che la nuova categoria sia ben visibile per i visitatori.

A seconda della configurazione dell'indicizzazione, scegliere una o più categorie. Verificare che la scelta di più categorie non porti a un "duplicate content" per i motori di ricerca e per ottimizzare l'indicizzazione del proprio blog Wordpress.

È possibile predefinire una categoria di base per gli articoli, dal pannello di controllo, andando su settaggi > scrittura > categoria predefinita degli articoli.

Ampliare le parole chiave


Rafforzare il campo dedicato alle parole chiave che si trova sulla destra, separando i termini con delle virgole. Scegliere parole chiave che si riferiscono all'articolo, e che saranno presi in considerazione dai motori di ricerca.

Queste parole chiave contribuiranno all'indicizzazione del blog, pur proponendo ai lettori un contenuto simile preso dal sito. Verificare che le categorie non portino ad una ripezione di pagine sul sito. Questa verifica può essere fatta grazie a plug-in dedicati all'indicizzazione, come ad esempio SEO edito da Yoast.

Pubblicare un articolo



Cliccando il pulsante "pubblica", l'articolo viene automaticamente registrato e messo online.

Per modificare il proprio articolo successivamente senza pubblicarlo immediatamente fare click su "salva bozza".

Cliccare "Anteprima" per visualizzare l'articolo prima della pubblicazione, per verificare il testo, i tag e le immagini.

Il riquadro di pubblicazione propone diverse altre opzioni supplementari:
  • Modificare lo stato dell'articolo (bozza, in attesa di rilettura),
  • Modificare la visibilità dell'articolo (pubblica, protetta da password o privata),
  • Programmare la pubblicazione dell'articolo scegliendo ora e data.


Nel caso di uina pubblicazione programmata, tutti i campi e le opzioni possono essere scelti come prima di cliccare su "pubblica".

Potrebbe anche interessarti :
Il documento intitolato « Short-code, buon utilizzo: mettere un articolo online con Wordpress » da CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.