Chiedi aiuto »

Il mio PC è lentissimo, cosa faccio

Luglio 2015

Il tuo PC diventa sempre più lento ad ogni utilizzo o quando si utilizzano alcuni software? Un po' di pulizia è certamente necessaria, perché un computer ben mantenuto è un computer più potente. Il PC non diventa lento soltanto per via di virus o di software malevoli, ma anche a seconda di quanti programmi sono installati al suo interno e soprattutto di quanti rimangono aperti anche se non li stiamo utilizzando.


Scaricare, installare nuovi software, punti di ripristino ma anche file inutili nel cestino, file temporanei, cache dei browser (Internet Explorer, Firefox, Chrome, Safari, Opera) sono procedure che occupano molto spazio importante e che, con il passare del tempo, "sporcano" il registro di Windows e mettono in disordine il disco rigido riducendo le prestazioni del PC. In questa guida vi proponiamo alcune operazioni di manutenzione semplici e regolari che ridaranno vigore al tuo PC.

Identificare le risorse usate

In caso del rallentamento improvviso del computer, premi i tasti CTRL + ALT + CANC, Task Manager e fai clic sulla scheda Processi. Clicca sul titolo della colonna CPU e utilizzo RAM per vedere quale processo monopolizza le risorse, quindi chiudi le applicazioni legate al processo.

Nota Bene: System Idle Process è un processo che permette di conoscere le risorse libere. Se è al 100%, questo significa che le risorse sono inutilizzate.

Il rallentamento improvviso

Modalità PIO e modalità DMA

Un improvviso rallentamento può essere causato dal passaggio della modalità di trasferimento dalla modalità PIO alla modalità DMA. Per controllare la modalità in uso, apri Gestione periferiche (XP) o Gestione Dispositivi (Vista e 7), nella voce Controller ATA/ATAPI Controller IDE o Controller IDE ATA/ATAPI. Fai clic destro su Canale IDE Principale (o secondario) a seconda del canale al quale è collegato il disco, poi clic Impostazioni Avanzate e controlla la modalità in uso.

Eliminare i virus

Se noti dei rallentamenti apparsi all'improvviso con un avvio molto lento, un cambiamento d'aspetto o dei pop-up pubblicitari, questi sono, probabilmente alcune tra le cause di malfunzionamento del PC. È pertanto preferibile come prima cosa, fare un check-up dell'intero sistema con il supporto di strumenti di scansione malware o antivirus online e inviare i vari report delle scansioni nel forum Virus/Sicurezza precisando gli strani comportamenti osservati. Un utente esperto ti guiderà per la disinfezione del PC.

Rimuovere i programmi e i file inutili

Eliminare i programmi non necessari all'avvio

È possibile rimuovere alcuni programmi che si avviano con Windows per ottimizzare il tempo di accesso al desktop. Basta fare clic su Start poi su Esegui, digitare Msconfig e alla fine clicca su OK. Nella finestra Utilità Configurazione di sistema seleziona la scheda Avvio e deseleziona solo i programmi che non sono necessari all'avvio, come ad esempio: Power DVD, OpenOffice, Logitech, ecc. Non deselezionare nessun programma di protezione, come antivirus, firewall.

Programmi inutili

Se un gioco o un software non t'interessa più, è meglio disinstallarlo per risparmiare spazio sul disco. Clic su Start, su Pannello di controllo e infine su Installazione applicazioni: scorri l'elenco e seleziona il programma da disinstallare, quindi fa clic su Rimuovi o Cambia/Rimuovi.

Nota Bene: a volte dopo la pulizia del Registro di sistema la voce per disinstallare un programma non appare più nell'elenco dei programmi installati, in questo caso, si può cercare nel menu Start, clic alla voce tutti i programmi poi su Nome Programma e vedere se c'è l'opzione per disinstallare.

AdwCleaner

AdwCleaner è in grado di eliminare la maggior parte dei programmi non desiderati che modificano le impostazioni dei browser e gli spyware tra i quali Babylon search:



Scarica il programma cliccando su questo link, avvialo e fa clic su Delete.

File che ingolfano inutilmente il computer

Cancellare memory.dmp

Se il computer ha già subito un grave danno (come ad esempio quando vedete una schermata blu e messaggio di errore) Windows genera un file chiamato memory.dmp. La dimensione di questo file è più o meno equivalente alla quantità di memoria installata sul PC. Una volta sistemato il PC, questo file di grandi dimensioni può essere eliminato senza rischio. Per farlo bisogna aprire Risorse del Computer cliccare su unità C:\ (o il disco dove si trova il sistema operativo) cercare la cartella Windows e cancellare il file memory.dmp.

Svuota cestino

I file indesiderati inviati nel cestino non scompaiono dal disco rigido. Devi quindi pensare a svuotarlo regolarmente.

Impostazione utile: La dimensione dello spazio assegnato al cestino di default è impostato al 10% della dimensione del disco. È possibile ridurre questo spazio e risparmiare un po di GB: Fai clic destro sulla icona del cestino, poi su Proprietà poi sposta il cursore sulla percentuale che desideri, quindi Applica (ad esempio, per un HDD di 80 GB, 2% o 3% sono sufficienti). È possibile eliminare i file molto grandi senza passare dal cestino premendo i tasti Maiusc + Canc.

File temporanei Internet

Quando si naviga in rete, il browser mantiene tutte le pagine web visitate in una cartella temporanea (così come molti cookie ) Questa funzione può essere talvolta utile, ma questa cartella può diventare rapidamente ingombrante se non viene svuotata.
Eliminare file con un programma
Puoi usare un programma per eliminare i file inutili e temporanei. CCleaner è uno dei programmi più noti per questo tipo di operazioni. Questa guida vi spiegherà come usarlo. In alternativa a CCleaner potrete usare Cleanup e Wise Disk Cleaner (guida qui).
Eliminare dei file manualmente
In caso di infezione che impedisce di connettersi ad internet, a volte bisogna ripulire le cartelle sensibili a mano. Si consiglia (non obbligatorio, ma più sicuro) di fare le operazioni in Modalità provvisoria, dopo aver reso visibili i file nascosti.

Apri il Pannello di controllo vai su Opzioni Internet e poi scheda Generale, clicca su Elimina i cookie poi su Elimina file e seleziona la casella Elimina tutto il contenuto non in linea, quindi rimuovi tutti i file e cartelle all'interno della cartella seguente:

C:\Documents and Settings\[NOME-UTENTE]\Local Settings\Temp. Eliminare anche il contenuto delle cartelle Temp degli altri utenti.

Cancella anche il contenuto delle cartelle:

C:\WINDOWS\system32\config\systemprofile\Local Settings\Temporary Internet Files\Content.IE5 e C:\WINDOWS\system32\config\systemprofile\Local Settings\Temp.

File ridondanti

Windows XP

Nella cartella (C:\Windows) normalmente si crea una copia di backup dei file per la disinstallazione degli aggiornamenti di Windows. In questa cartella troverete un elenco di cartelle con nomi strani, come ad esempio $NtUninstallKB8556$, scritta in blu: puoi tranquillamente cancellarle.

Attenzione: non eliminare questi file dopo ogni aggiornamento, perché queste cartelle contengono il disinstallatore degli aggiornamenti di Windows Update, quindi se avete problemi con un aggiornamento, non vi sarà possibile disinstallarlo.

Per cancellare questo tipo di file dovrete prima attivare la Visualizzazione delle cartelle e dei file nascosti poi apri la cartella C:\Windows e cancella tutti i file con un nome simile a $NtUninstallKB8556$ scritto in blu (la lista può essere lunga).

Attenzione: non cancellare nessun'altra cartella cartelle.

Nota Bene: il programma CCleaner è in grado di eliminare questi file. Per altri informazioni in merito, controllare questa Guida.

Windows Vista e 7

Per Windows Vista e 7 la procedura è leggermente diversa, i file per disinstallare gli aggiornamenti windows sono salvati nella cartella:C:\Windows\SoftwareDistribution\Download.

Nota Bene: Prima di cancellare i file si consiglia di disattivare gli aggiornamenti automatici di Windows e riattivarli soltanto in seguito.

Eliminare punti di ripristino

Durante l'installazione di nuovi programmi, il sistema crea un punto di ripristino, ovvero esegue un backup in un momento preciso in modo da consentire un ripristino se si verifica un problema. Questa funzione è molto utile, ma è anche molto "avida" di spazio sul disco. Si deve pensare ogni tanto a cancellare le vecchie copie di backup, in quanto solo le ultime mantengono la coerenza con il sistema attuale. Per cancellare i punti di ripristino apri Risorse del Computer e clic destro sull'unità disco del sistema C:\, seleziona Proprietà e poi Pulizia disco. Windows calcolerà la quantità di spazio che può essere liberato, nella finestra che si apre. Scegli Altre opzioni, quindi eliminare tutti i punti di ripristino tranne il più recente.

La pulizia del registro di sistema

Con l'installazione/disinstallazione dei software, il registro di sistema accumula molte chiavi obsolete, sarebbe quindi utile, per il buon funzionamento del PC, controllare il registro ogni tanto. Ci sono diversi programmi gratuiti che possono rimuovere tutte le voci inutili dal registro di sistema e i residui dei file assegnati ai programmi che hai disinstallato: il più noto è ancora una volta Ccleaner.

Riparare i file sistema

A seguito di un crash del computer o di un uso improprio, accade che il disco rigido ospiti file danneggiati o corrotti. Anche se può essere completamente innocuo, questo tipo di errore è generatore di crash in Windows (problemi durante il boot o avvio delle applicazioni a seconda dei file toccati). Per correggere questi errori apri Risorse del Computer e fa clic destro sull'unità C:\ (o il disco dove si trova sistema operativo), seleziona proprietà, poi Strumenti, quindi Esegui ScanDisc.

Pulizia del file swap

Per funzionare, Windows non solo utilizza la memoria RAM, ma anche la memoria virtuale sul disco rigido. Questo file di scambio chiamato anche "file swap" è utilizzato da Windows per memorizzare le informazioni sul disco temporaneamente.

La RAM viene svuotata dalle informazioni che contiene quando il computer viene spento. Questo non è il caso del file di swap, il quale viene lasciato tale ad ogni chiusura del PC, conservando dei dati e delle informazioni di privacy, che possono essere sfruttate da terzi. Per motivi di sicurezza e di ottimizzazione, è possibile abilitare l'eliminazione automatica di questo file alla chiusura di Windows: funzione disattivata per default poiché aumenta il tempo di chiusura del sistema operativo.

Per svuotare il file swap alla chiusura di Windows; apri il registro di sistema e cerca la chiave da modificare
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Contro\Session Manager\Memory Management
, modifica il valore con un doppio clic sul valore
ClearPageFileAtShutdown
e impostarlo a 1 , chiudi il registro di sistema e riavvia il computer affinché questa opzione venga attivata.

Deframmentazione e manutenzione del disco

Tutte le operazioni di cui sopra risultano ad una frammentazione dei dati sul HD. Più i dati sono "frammentati", più il sistema ha bisogno di tempo per ricercarli. Pertanto, dobbiamo regolarmente deframmentare il disco: vale a dire che è necessario riorganizzare tutti questi dati, cioè deframmentare disco rigido.

Per fare una buona deframmentazione è bene avere almeno un 15% PERMANENTE di spazio libero sulla partizione sulla quale è presente il sistema operativo (valido per tutte le versioni di Windows). Questo spazio consentirà di garantire una funzionalità ottima di Windows. Per questo motivo che si raccomanda di creare una partizione specifica di Windows (15% di una partizione da 20 GB è sicuramente più utile che il 15% di una partizione da 250 GB). Per questa partizione Windows deve avere una dimensione almeno pari al 10% del totale del disco rigido (se la partizione è NTFS). Per un disco di 250 GB, la mia partizione specifica a Windows deve essere di almeno 25 GB.

Comprimere i file poco utilizzati

I sistemi Windows con file system NTFS offrono un'opzione di compressione dei file poco utilizzati per liberare dello spazio sul disco rigido. Per attivare questa opzione, fai clic su Comprimi unità per risparmiare spazio su disco nella scheda Generale delle Proprietà del disco. I dati vengono compressi a seconda della loro frequenza di utilizzo. L'opzione Indicizza il disco per una ricerca rapida dei file è utile si si utilizza la ricerca dei file in Windows.

Apparecchiature

Si raccomanda di effettuare una pulizia completa dell'apparecchiatura almeno una volta l'anno per prevenire il surriscaldamento e i rallentamenti di alcuni componenti, come la ventola, per esempio assicurarsi di avere panni di cotone asciutti, pennelli e tutto ciò che sembra utile per raggiungere gli angoli. È anche possibile utilizzare anche una bombolette ad aria compressa per la pulizia del PC. Assicurarsi di rispettare le precauzioni d'uso. Si consiglia di pulire il PC come illustrato di seguito: le alette di raffreddamento del processore sono infatti un vero nido di polvere.

Attenzione: non muovere cavi o componenti del PC.

Scollegare il PC, rimuovere il cavo di alimentazione per essere sicuro. Tuttavia, della corrente può rimanere nel PC, toccare il telaio metallico per scaricare l'elettricità statica in modo da non danneggiare i chip toccandoli con le mani. Se non sei sicuro di poter farlo, è meglio chiedere ad un amico esperto per guidarti e consigliarti durante le varie operazioni.

Per poter consultare questo documento offline, ne potete scaricare gratuitamente una versione in formato PDF:
Il-mio-pc-e-lentissimo-cosa-faccio.pdf

Vedi anche

Nella stessa categoria

How to speed up a slow PC
Da netty5 il 16 agosto 2008
Windows: Qué hacer si tu PC está lento
Da Carlos-vialfa il 14 maggio 2008
PC langsam - was tun?
Da jedtheboss il 27 novembre 2012
Windows - Mon PC rame, que faire ?
Da green day il 15 giugno 2006
Meu PC está lento o que fazer?
Da ninha25 il 28 maggio 2009
Wat te doen als mijn PC vastloopt
Da Jeff il 29 luglio 2013
L'articolo originale è stato scritto da green day. Tradotto da n00r. - Ultimo aggiornamento da AntonelloCCM
Il documento intitolato « Il mio PC è lentissimo, cosa faccio » da CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.