Quale processore PC portatile scegliere

Novembre 2016

Il processore (CPU) è il cervello del computer. Esso definisce le performance globali di un PC portatile a condizione che vi sia una quantità di RAM sufficiente associata. I giocatori devono fare attenzione anche al processore grafico (GPU). Da sapere che anche l’installazione del sistema su SSD renderà il proprio PC molto più reattivo all’apertura di programmi.

Molte le referenze che compongono l’offerta Intel in materia di processori (CPU) mobili di ultima generazione. Meno i modelli inerenti a ADM nei PC proposti sul mercato. Il ritardo che il produttore accusa in termini di efficacia energetica, come in termini di performance pura è particolarmente penalizzante per un PC portatile che necessita di una buona autonomia e di un riscaldamento dei componenti utilizzati.

L'ecessiva offerta fa perdere facilmente molti utenti, anche a causa della scelta della denominazione che a volte risulta fuorviante. Basta scegliere con saggezza, perché la sostituzione di questo componente è spesso impossibile se non è difficile. In questa guida agli acquisti, una selezione di modelli più o meno raccomandati a seconda del proprio uso e il tipo di computer che si sta cercando.


PC economico

Se si desidera acquistare un PC portatile molto economico, utile per navigare in internet e per utilizzare i propri software di lavoro, è bene evitare i modelli dei processori esclusivamente deboli come AMD E1-6015 e E1-7010 o per Intel Celeron N3050 e N3060. Questi già dal primo avvio di Windows 10 si mostrano lenti all’avvio del sistema e ingombrano il PC mettendo a dura prova la pazienza dell’utente.

I Pentium N3700/N3710 sono più interessanti per un ripetitore. Essi consumano poco e sono sfruttabili su Windows, ma non bisogna domandar loro molto, infatti, AMD E2-7110 potrebbe essere un’alternativa credibile ma purtroppo consuma il doppio di energia. Alcuni potrebbero optare per un materiale ibrido PC o tablet. I modelli entry-level sono dotati di processori efficienti Atom ad alta efficienza energetica. Si suggerisce di preferire x5-Z8500 con prestazioni decenti.

PC da lavoro e per la navigazione in internet

Se si desidera un PC per utilizzare prettamente internet e software da ufficio, capace di mantenere la durata della batteria decente, bisognerebbe orientarsi su Pentium o Core i3-5005U 3825U/6100U preferibilmente associato ad un SSD e 4GB RAM. La concorrenza A4-7210, A6-7310 e A8-7410 hanno caratteristiche simili ma consumano di più e sono molto meno efficienti. Ci vorrà un tasso molto competitivo per renderli interessanti. Da dimenticare A12-8800B che offre prestazioni modeste.

Se siete disposti a pagare un prezzo, ci sono i PC ultra-sottili, fini, con una lunga durata della batteria e prestazioni d'onore per l'uso di base. Sono dotati sempre più Core m-5y10, m3-6Y30, m5-6Y54, m7-6Y75, i5-7Y54. L'ibrido PC/tablet risulta nella fascia medio-alta ed è dotato di sistemi di tipo "SoC".

PC multimedia

Polivalenti ma mantenendo un consumo ragionevole, questi processori permettono di giocare a qualunque gioco associato ad una chip grafica corretta di tipo GTX950M. Da citare i Core i5-6200U/i7-6500U e 7200U/7500U.

PC per giocatori e software pesanti

Per accompagnare una carta grafica performante come la GTX1080 è raccomandabile optare per un processore di alta gamma, come ad esempio i Core i7-6700HQ e i7-6820HK. Per un PC da gamer mid-range più economico ed efficace, si consiglia Core i5-6300HQ associato ad un GTX1060.

Per saperne di più

Guida all’acquisto processori.

Potrebbe anche interessarti :
Il documento intitolato « Quale processore PC portatile scegliere » da CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.