Verifica sicurezza con BullGuard IoT Scanner

Dicembre 2016

Il 21 ottobre 2016 i server DNS della società DYN sono stati colpiti da un attacco massivo di Denial of service (DDoS - Distributed Denial of Service) che ha impedito l’accesso ai siti e alle risorse dall’URL del grande gruppo d’impresa americano.

Secondo i risultati di un’inchiesta, questo attacco sarebbe originato da una maggior parte degli oggetti connessi e infetti da un malware, che hanno agito insieme all’attacco, senza che i loro legittimi proprietari ne siano stati al corrente. Tra gli oggetti "colpevoli" connessi sono stati trovati: camere IP, telefoni (mobili e IP), vari apparecchi. Pertanto può diventare utile per un privato effettuare regolarmente dei test d’accessibilità agli oggetti connessi ad internet.

BullGuard IoT Scanner

Con tutti i buoni propositi del caso, la società BullGuard ha creato uno strumento che consente ad ognuno di effettuare tali test gratuitamente: IoT Scanner. Questo strumento consente lo scanner dell’indirizzo IP dal quale la ricerca viene effettuata al fine di verificare quali porte sono aperte e anche di determinare se dei servizi sono accessibili dall’esterno. Ove opportuno una lista delle porte aperte all’esterno viene creata in modo che l’utente possa determinare se l’installazione è vulnerabile o se si hanno collegati degli oggetti potenzialmente visibili dall’esterno, tramite un accesso ad un database pubblico apposito:


Nota Bene: per l’efficacia ottimale è necessario che tutti gli apparecchi siano situati sulla stessa rete locale (WiFi o filiare).

Image: © Martial Red – Shutterstock.com

Potrebbe anche interessarti :
Il documento intitolato « Verifica sicurezza con BullGuard IoT Scanner » da CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.