Come organizzare un colloquio online

Dicembre 2016

Ideale per guadagnare tempo e avere più opportunità di trovare il candidato ideale, il colloquio d’assunzione a distanza seduce sempre più reclutatori. Ma quali sono i vantaggi per l’impresa e come organizzarlo?


Perché organizzare un colloquio di lavoro a distanza

Un primo contatto evitando gli spostamenti

Il colloquio d’assunzione a distanza evita al candidato di recarsi nell’impresa e allo stesso tempo, al reclutatore di organizzare un appuntamento nei suoi locali. Una pratica che consente di realizzare un pre-reclutamento, in funzione di incontrare, a quattr’occhi, solo i profili più interessanti. Inoltre, a distanza anche l’elaborazione dei risultati del test delle competenze o del questionario a risposta multipla avviene più rapidamente e con maggiore facilità.

Guadagnare tempo

Il colloquio a distanza consente i guadagnare tempo ad ogni tappa del reclutamento; reattività, presa dei contatti, risposta istantanea. Per di più, essa dura generalmente meno di un appuntamento di lavoro tradizionale face-to-face. In videoconferenza o in chat è più facile andare al punto della questione, ponendo domande precise riguardanti le competenze del candidato. In più, alcuni job boards e siti specializzati integrano, oltre al consulto del profilo del candidato, delle funzionalità di colloquio a distanza, sia chat che video.

Trovare dei candidati rari o atipici

Si offre la possibilità di trovare una più grande quantità di candidati, in minor tempo, aprendo le porte a dei profili vari, che il recruter non avrebbe per forza ricontattato in tempi normali: candidati che abitano lontano, altra città, alto Stato; candidati interessati al telelavoro; candidati stranieri con conoscenza di più lingue, ecc.

La buona prassi dei colloqui online

Isolarsi in una stanza

Per restare professionali e credibili durante un colloquio a distanza, è indispensabile di prepararsi alle stesse condizioni di un colloquio tradizionale. Il recruter, o il candidato, dovranno chiudersi in uno spazio chiuso, senza che venga disturbato, meglio il suo ufficio che una sala riunione.

Anticipare i problemi tecnici

Prima dell’appuntamento si consigli di testare il materiale per premunirsi di eventuali bugs e problemi tecnici che potrebbero interrompere il colloquio: controllare il software di videochiamata o chat, e gli aggiornamenti; testare l’orientamento della webcam; verificare il microfono e le cuffie.

Attenzione al tono dei messaggi scritti

Se il colloquio si svolge in parte o totalmente, sotto forma scritta, tramite una chat è bene porre particolare attenzione al proprio modo di scrivere. Errori ortografici, abbreviazioni, slang e anche emoticon sono da evitare. Tuttavia, è bene mantenere un toto il più naturale possibile, concentrandosi su questioni chiare, precise. Rileggere il messaggio prima di inviarlo può aiutare sicuramente.

Strumenti per il reclutamento a distanza

La videoconferenza

Il colloquio di lavoro per videoconferenza consente al reclutatore e al candidato di conversare con un contatto visuale, tramite webcam. Un soluzione molto semplice che consente di riprodurre le condizioni di lavoro svolte in sede. Le app comunemente usate sono quelle di videoconferenza come Google Hangouts e Skype. Mentre dalle funzionalità avanzate e professionali GoToMeeting risulta essere una buona alternativa.

Video in differita

In un colloquio in differita, il reclutatore definisce in anticipo le domande che desidera porre al candidato, il tempo di risposta, e anche quello massimo consentito. I candidati si registrano successivamente da un computer, uno smartphone o un tablet a seconda dell’app per rispondervi. Questo metodo in differita consente di condividere facilmente i video a altri collaboratori, in modo da prendere una decisione condivisa e, in modo innovativo, ludico far conoscere i candidati. Easyrecrue e Visiotalent propongono questa soluzione.

Il colloquio via chat

In alternativa o come complemento ad un colloquio video, la chat offre la possibilità di esprimersi per iscritto, in maniera più seria. Essa può essere utilizzata in caso di problemi tecnici con una soluzione di videoconferenza o attraverso una piattaforma specializzata nel reclutamento online, come Live Jobing. Al contrario la chat può mettere a proprio agio quei candidati che non sono molto propensi al colloquio video, offrendo al reclutatore un buon mezzo per ottenere le informazioni pertinenti.

Foto: © bay015 - Shuttertock.com

Potrebbe anche interessarti :
Il documento intitolato «  Come organizzare un colloquio online » da CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.