Ottimizzare immagini per aumentare traffico del sito

Dicembre 2016

Da novembre 2015, Google Analytics consente, nuovamente, di analizzare il traffico derivante da Google Immagini, una cosa molto utile poiché le immagini di un sito commerciale indicizzato da Google permettono di generare oltre il 30% del traffico e tanto altro. In questa guida vedremo come fare SEO con immagini in maniera efficace.


Ottimizzare il SEO immagini

Secondo lo strumento Mozcast.com il 33.6% del traffico di un sito proviene dalle immagini in esso contenuto. Per questo motivo, la scelta di giuste immagini risulta indispensabili per un sito professionale, al fine di contribuire al SEO generale e, dunque, all'aumento del traffico di un sito web. Le foto verranno quindi indicizzate da Google Immagini, ma possono essere trovate anche anche in una ricerca universale (Google Universal Search) o in un carosello che appare in cima alla pagina Google, come risultato di "immagini abbinate". Il 30% delle ricerche universali corrispondono infatti ad immagini di carosello (sempre secondo Mozcast.com). Digitando ad esempio: "nave Star Wars Lego" le migliori immagini ottimizzate (di siti commerciali, blog o stampa) appariranno già sotto i primi risultati:



Questi risultati per immagini partecipano al SEO naturale (gratuito) di un sito, da distinguere con i risultati di Google Shopping, quelli di link commerciali (a pagamento) e si possono definire con un grosso capitale, sul quale investire per aumentare il traffico di un sito.

Su quali siti ottimizzare le immagini

Tutti i siti, professionali o meno, sono influenzati dal traffico generato dal ranking sui motori di ricerca. I siti e-commerce, in particolar modo, riscontrano maggiore interesse nel presentare immagini di prodotti con didascalie ottimizzate per il SEO. Tutti i siti professionali "visual" devono essere ottimizzati al meglio, tramite le loro immagini: stiamo parlando di siti di fotografia, artisti, grafici, web designer, siti turistici, ecc.

Come ottimizzare un’immagine per Google

Tutte le informazioni che corrispondono ad un immagine sono importanti per il ranking di ottimizzazione di Google, poiché esso non riconosce le immagini in quanto tali, male descrizioni che le accompagnano.

Naming dell’immagini

Una regola generale afferma che bisogna evitare di nominare un’immagine con delle cifre come ad es. "IMG250516.jpg". Da preferire, infatti, una dicitura che riporti delle parole chiave che si riferiscono all'articolo che si va ad illustrare; keyword semplici, magari con dei trattini per separare le virgole e evitando accenti. Per quanto riguarda i siti e-commerce, essi devono garantire di distinguere le immagini dalle schede di prodotto. Infine, come ultima raccomandazione, l’URL della pagina che ospita l’immagine in questione deve essere, anch'essa, ben indicizzata.

Formato e dimensione della foto

Le immagini di buona qualità sono da preferire. Alcuni formati come .bmp ad esempio, sono troppo pesanti e non comprimibili, così da non essere ottimizzate da Google. Meglio preferire un formato .jpg, specifico per Google Actus. Per quanto riguarda la grandezza meglio non eccedere i 400 KB, Google offre l’opzione di ricerca immagini secondo la loro dimensione (150x150 pixel, e meno, fino a 600x450 e superiori) ma generalmente si può affermare che le immagini più grandi e di buona qualità, non pixellate, sono le più ottimizzate.

Campi da compilare nelle piattaforme editoriali

In siti specifici, come WordPress, l’inserimento delle immagini è progettato in modo da ottimizzare il SEO immagini, inserendo non solo la foto ma anche il titolo, la legenda, il testo alternativo e la descrizione. Il tag ALT, inoltre, deve sia descrivere l’immagine per i motori di ricerca, sia contenere le parole chiave relative al contenuto illustrato, mentre il titolo e la didascalia corrispondono al risultati di ricerca, digitate dagli internauti nel motore di ricerca.

Foto: © howcolour - Shutterstock.com

Potrebbe anche interessarti :
Il documento intitolato « Ottimizzare immagini per aumentare traffico del sito » da CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.