Cinque tool per monitorare il posizionamento

Novembre 2016

Un sito (corporate, e-commerce, blog prob, ecc.) con un buon riferimento SEO genera del traffico ma ancora più utile per migliorare la visibilità del sito internet è l’adozione dei due metodi a pagamento, con l’inserimento di link sponsorizzati e uno gratuito, concentrato sul SEO naturale. In questa guida presentiamo cinque strumenti per analizzare il ranking SEO e, dunque, per analizzare e ottimizzare il posizionamento di un sito nei risultati dei motori di ricerca.



SEO naturale su Google

Il posizionamento o analisi SEO (Search Engine Optimization) del proprio sito web è un insieme di tecniche che consentono di migliorare la visibilità di un sito e la sua posizione nei motori di ricerca. Questi ultimi, sono l’intefaccia che riunisce l’offerta, da parte del sito e la domanda, da parte degli utenti (ossia monitorando l’interesse degli internauti).Grazie alle keyword, agli URL, titoli ottimizzati, alla qualità del contenuto, alle immagini e ai link presenti si può ottenere un SEO naturale ottimale per la propria pagine web. L’importanza di questi elementi e, quindi, l’importanza del ranking di un sito in prima pagina, corrisponde al dato di fatto che vede l’80% degli internauti di un motore di ricerca fermarsi alla prima pagina di risultati. Da motore di ricerca più utilizzato al mondo (secondo i dati di marzo 2016 del sito StatCounter l’89.25% degli utenti lo utilizzano) Google ha cambiato i criteri utilizzati in termini d’acquisizione, degli e-commerce e attraverso la sua scansione e l’algoritmo di ricerca che dà importanza ai criteri sopra citati (keyword, relazioni semantiche, documenti, ecc.) ne indicizza le pagine trattandole ricerche degli utenti. Così con oltre 30 miliardi di pagine indicizzate, questo motore di ricerca è diventato un attore inevitabile nelle strategie marketing di SEO naturale.

Utilizzare gli strumenti di analisi SEO

Per un professionista con un sito web, gli strumenti di analisi SEO consentono di rispondere a determinate questioni che riguardano la verifica di tutti gli elementi costituenti un sito web al fine di mirare la ricerca degli internauti sul search engine; determinare se le ricerche essenziali (richieste) risultino connesse all’attività del sito dando origine, o meno, al traffico proveniente dal motore di ricerca. Analizzare le parole chiave utilizzate da internet per generare il traffico sul sito e, infine, verificare che le pagine siano le più lette e almeno visitate.

L’analisi di questi diversi strumenti entrano a pieno titolo in una strategia globale del marketing d’acquisizione, con l’obiettivo di consentire l’ottimizzazione del contenuto del sito e, di conseguenza, aumentare l’audience e il numero dei prospect (futuri clienti). Uno dei più grossi vantaggi del SEO naturale è il suo essere gratuito e la presenza di strumenti che consentono di ottimizzarlo. In questo moto il sito acquisirà una migliore visibilità, l’aumento del traffico, il miglioramento del tasso di conversione, il tutto a vantaggio dell’impresa.

Come utilizzare al meglio gli strumenti di analisi SEO

Gli strumenti d’analisi detengono le eventuali debolezze di un sito in termini di riferimento SEO, consentendo di acquisire determinati criteri d’analisi che mirino alla modifica dell’intera strategia di ottimizzazione, grazie ai risultati dati dagli strumenti: l’utilizzo di termini frequenti e anche rari, legati all’attività del e-commerce in questione; la redazione di titoli e frasi semplici, conti e d’impatto, utilizzando keyword essenziali (evitando metafore, giochi di parole o espressioni superflue). Una presentazione più chiara del contenuto (capitoli, sotto titoli, paragrafi): un eventuale rinomina del sito e delle URL che lo compongono; la creazione di link interi e di reindirizzamenti verso siti di enti autorevoli (conosciuti e dunque ben ottimizzati).
Google detiene circa 200 fattori di ranking per ottimizzare al meglio un sito o per eventuali miglioramenti, sia che si tratti di un negozio e-commerce, che di un blog o di un sito aziendale.

Strumenti di analisi SEO

Google Analytics

Google Analytics consente di conoscere la provenienza del traffico su un sito: diretto, organico (via Google), sociale o a pagamento e adattare il contenuto del sito in funzione ai risultati ottenuti.

Google Trends

Google Trends analizza tutte le tendenze delle ricerche degli internauti, valutando sia la popolarità delle keyword che la loro evoluzione nel tempo. Ottimo per ricercare delle idee di keyword da utilizzare associandole alla tematica dell’attività del sito o definendone la tendenza stagionale.

Majestic

Lo strumento di analisi di back link Majestic offre un ampio database di link d’indicizzazione. Analizza l’URL del nome di dominio di un sito, il numero di link in entrata e in uscita e numerosi indicatori come lo score di citazione, la credibilità, l’autorevolezza, utili per valutare la qualità del proprio sito.

Keywordtool

Keywordtool è uno strumento d’analisi che consente di determinare, attorno ad una tematica specifica (ad es. affitto) tutte le keyword correlate e ricercate dagli internauti (come ad es. “auto in affitto”, “case in affitto’’, “ville in affitto”, “appartamenti in affitto”). In questo modo sarà sufficiente creare, affinare o modificare il contenuto del sito in funzione agli interessi degli internauti target del settore d’attività scelto. Si raccomanda di incrociare questo tool con https://ubersuggest.io/Ubersuggest per massimizzare le chance di trovare le giuste keyword.

Alyze

Alyze analizza una pagina web nello stesso modo fatto da Google e fornisce le statistiche delle parole più importanti di una pagina, secondo la loro rilevanza.

Per saperne di più

Come creare un sito web professionale
Indicizzare con facilità un sito internet professionale
SEO su Wordpress
Cinque consigli per una formazione SEO di successo

Potrebbe anche interessarti :
Il documento intitolato « Cinque tool per monitorare il posizionamento » da CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.