Come creare una landing page

Novembre 2016

Si definisce una landing page, quella prima pagina web sulla quale l’internauta giunge dopo aver cliccanto su un link. Un esempio tipico di landing page si ha quando si condivide un link per una campagna marketing tramite mail. Si tratta di una pagina molto importante, poiché è il primo impatto che l’internauta ha con un contenuto di suo interesse.

Ottimizzata per trasformare ogni visita contatto o in una nuova vendita per l’impresa landing page viene creata all’interno di una strategia marketing completa, che si basa non solo su obiettivi ma anche sul rispetto di buone prassi e dell’utilizzo delle tecniche marketing più recenti.


Cos'è una landing page

Una landing page è una pagina creata e ottimizzata per accogliere gli utenti. Viene, per questo, spesso definita come pagina d’atterraggio o pagina di destinazione. Come accennato, la landing page è quella pagina di reindirizzo su cui l’utente giunge dopo aver cliccando su un link. Il suo contenuto differisce da quello di una home tradizionale e propone contenuti specifici e targhettizzati,su misura, alle richieste del cliente, il quale cliccando sul link condiviso dichiara il suo interesse al prodotto, al servizio offerto da una determinata azienda.

Per lo stresso legame che una landing page ha con il cliente, con la sua prima impressione, che determina il futuro di un azione, che si vedrà in seguito, questa si distingue dalla pagina iniziale di un sito web. Per questo motivo, di solito, la landing page si presenta molto più promozionale, ricca di offerte rispetto una homepage classica.

Un link di una landing page può essere inserito in una campagna marketing che si svolge tramite mail, attraverso una pubblicità, una campagna AdWords o in un testo posto nel sito web di terzi (Link Building, ad es.). La landing page può essere temporanea, ossia creata solo per una campagna marketing, oppure permanente, a seconda della strategia di marketing utilizzata.

Gli obiettivi della landing page

La funzione principale di una landing page è quella di convertire le visite degli internauti in un risultato tangibile per l’impresa, assicurando un buon tasso di conversione. Versatile, una landing page deve essere efficace per portare il giusto tasso di conversione, adattabile e specifica, affinché un internauta giunto su di essa converta la sua visita in una vendita o in una semplice conversione.

Come costruire una landing page efficace

Definire gli obiettivi della landing page

La landing page può rispondere a obiettivi differenti a secoda della campagna marketing da attuare. Per delimitare al meglio gli obiettivi di una strategia marketing, si possono fissare vari punti che consentano di conoscere meglio il target del pubblico: a chi è destinata questa landing page? Che parole, immagini comunicano al meglio il messaggio che desidero lanciare?Quali le abitudini di navigazione? Definire i presunti obiettivi, come quale tipo di conversione spero di ottenere con questa landing page: registrazione dati, download di un documento, richiedere un appuntamento, acquistare un prodotto o navigare sul io sito vetrina? Determinare i supporti: come arrivare sulla landing page? Con una campagna realizzata da un sito, una campagna email, tramite social o browser?

La buona prassi per trasformare il contatto

La landing page deve essere concepita per convertire un pubblico particolare. Per questo fine deve avere un contenuto unico, adattabile però ad ogni tipo di campagna, avere un titolo esplicativo, testi chiari e concisi; può essere ottimizzata con keyword precise per favorire il posizionamento sui motori di ricerca; deve avere un tasto d’azione, call to action, ben evidenziato, affinché l’internauta possa cliccarvi e realizzare l’azione per la quale la landing page è stata concepita, ad es. registrazione, download, appuntamento, ecc. Deve, inoltre, presentare un link della pagina d’inizio del sito vetrina o del sito dell’impresa.

Utilizzare e comprendere il disegno per dispositivi mobili

Con l’utilizzo sempre più frequente di piattaforme mobili (tablet o smartphone) per la navigazione su internet, la landing page deve rispondere anche a sfide tecniche, come l’adattamento alla lettura mobile friendly. Infatti, una landing page ben strutturate deve potersi adattare al design dei dispositivi mobili, affinché utilizzando proprietà e regole del grid layout, CSS 3, a seconda della risoluzione dello schermo, l’ergonomia e il messaggio resti intatto, gli URL siano gli stessi, indipendentemente dal tipo di supporto e l’esperienza di lettura dell’internauta venga privilegiata, riducendo il rischio della perdita della conversione.

Misurare l'efficacia di una pagina di destinazione

L’efficacia di una landig page può essere misurata con l’aiuto di vari indicatori, tra cui: il numero di ordini realizzati o dei contatti registrati, oppure il numero dei download effettuati. Questi indicatori possono essere analizzati, comparandoli non solo al numero di visite registrate, ma anche al numero dei clic realizzati attraverso il tasto call to action. Il tasso di conversione indica,infatti, la proporzione effettiva degli utenti che hanno risposto agli obiettivi della landing page.

La frequenza del rimbalzo, deve anch’essa essere presa in considerazione, poiché indica il numero degli internauti che hanno lasciato la landing page senza alcuna azione. Altri indicatori, invece, consentono di calcolare i link più cliccati nella pagina. Questi fattori d’analisi sono importanti perché servono a migliorare le campagne successive o a migliorare la landing page esistente.

Potrebbe anche interessarti :
Il documento intitolato «  Come creare una landing page » da CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.