La deframmentazione

Novembre 2016
Quando un sistema operativo si blocca o diventa più lento per via dei troppi dati salvati, è buona norma fare la deframmentazione del disco per velocizzare il sistema stesso.


Che cos'è la frammentazione

Quando si salva un file sul disco (vuoto all'origine), tutte le informazioni rispetto al file sono scritte le une dopo le altre. Quando si salva un secondo file, questo andrà a salvarsi dopo il primo e così via:

Prima frammentazione


Tuttavia, quando un file viene eliminato si crea uno spazio vuoto sul disco. Ora, i file successivi vanno a riempire i "buchi", e saranno quindi sparsi in porzioni di file sul disco. Questo è ancora più vero se il disco rigido ha una grande capacità e molti file:

Dopo frammentazione


Così, quando il sistema accede ad un file, la testina del disco deve percorrere l'insieme delle postazioni dove i pezzi di file sono registrati per poter leggere quello voluto. Il che si traduce in una riduzione delle prestazioni.

Come rimediare a questa frammentazione

La copia, lo spostamento e l'eliminazione di file è inevitabile, dato che il sistema scrive costantemente dei file temporanei. E' quindi indispensabile ricorrere ad uno strumento di deframmentazione, cioè un software capace di riorganizzare i file sul disco rigido in modo tale che le "porzioni" di file siano memorizzati in maniera contigua per formare dei file più "compatti".

Nota Bene: si raccomanda quindi di utilizzare regolarmente (una volta al mese circa) uno strumento di deframmentazione.

Qualche consiglio per la deframmentazione

Un software di deframmentazione usa degli algoritmi per riordinare al meglio i file sul disco. I pezzi di file sparsi sul disco sono spostati a turno nello spazio disponibile del disco (non occupato da file) in modo temporaneo, poi risistemati in un luogo adeguato. Questa deframmentazione avviene ancora più facilmente se lo spazio sul disco è importante.


D'altra parte, se i dati sono cambiati durante la frammentazione, lo strumento deve ricalcolare la maniera di spostare i file tenendo conto dei nuovi cambiamenti. È quindi indispensabile chiudere tutte le applicazioni aperte prima di cominciare la deframmentazione. Il sistema operativo ha delle procedure che funzionano tramite interfacce che accedono al disco rigido (soprattutto quando la quantità di memoria RAM presente nel sistema non è sufficiente, dato che il sistema crea dei file di scambio).

Così, si consiglia vivamente per i computer funzionanti su Windows, di riavviarlo in modalità provvisoria, cioè una modalità in cui gli elementi di configurazione minimi sono caricati. Per riavviare il computer in modalità provvisoria, basta premere il tasto F8 subito dopo la schermata di avvio del computer e subito prima del messaggio Avvio di Windows.

Potrebbe anche interessarti :

Defragmentation
Defragmentation
Desfragmentación
Desfragmentación
Défragmentation
Défragmentation
A desfragmentação
A desfragmentação
Il documento intitolato « La deframmentazione » da CCM (it.ccm.net) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.